Venerdì scatta la Final 8 di Coppa Italia, che si giocherà al Pala Sele di Eboli, in terra campana. La trasferta della Yamamay è già iniziata: dopo l'allenamento mattutino infatti il gruppo biancorosso si è imbarcato a Malpensa nel primo pomeriggio, è atterrato a Napoli e si è poi trasferito a Salerno. Da domani sono previsti gli allenamenti ad Eboli, sul campo di gioco dove si disputeranno gli scontri decisivi. Nella giornata di venerdì avranno luogo i quarti di finale, fase nella quale la Yamamay affronterà la MonteSchiavo Jesi, squadra allenata da Dragan Nesic e già incontrata in campionato il 6 gennaio. In quella occasione si imposero Viganò e compagne per 3 a 2. La squadra marchigiana presenta il regia il talento Ognjenovic, serba, classe 1984, al centro la bustocca Calloni e la potentissima americana Bown, in banda Chiara Negrini e l'inossidabile Simona Rinieri, come opposto la bionda olandese Manon Flier. Il libero è Elisabetta Zilio. Per la Yamamay, a parte Okaka, nessuna defezione. Fischio di inizio alle ore 18.30, agli ordini dei arbitri Umberto Ravallese e Alessandro Finocchiaro. La gara sarà trasmessa in diretta da SkySport2. Su internet videocommento interattivo e tabellone elettronico su www.volleybusto.com.

La guida alla partita

Formazioni:

Yamamay Busto Arsizio: 1 Ravetta, 2 Viganò, 3 Fernandinha, 4 Valeriano, 5 Esko, 7 Kovacova, 8 Matuszkova, 9 Fokkens, 10 Campanari, 13 Borri (L), 15 Ritschelova. All. Parisi.

Monte Schiavo Banca Marche Jesi: 1 Ognjenovic, 3 Travaglini, 5 Cerioni, 7 Negrini, 8 Rinieri, 9 Bown, 10 Zilio (L), 12 Flier, 13 Calloni, 14 Kamenjarin. All. Nesic.

Arbitri: Umberto Ravallese e Alessandro Finocchiaro

TV: diretta SkySport2 e Eurosport2 (per l'Europa, non in Italia, in lingua inglese).

Media: DIRETTAVOLLEY video commento interattivo e live score dalle 18.30 su volleybusto.com.; Aggiornamenti punteggio su Televideo Rai (pag. 260) e su www.legavolleyfemminile.it.

Il programma completo della Final 8

Venerdì 6 febbraio – Quarti di finale
Ore 12.00: Scavolini Pesaro (1) – Zoppas Industries Conegliano (8)
Ore 16.15 (Diretta Sky Sport): Asystel Volley Novara (3) – Unicom Starker Kerakoll Sassuolo (6)
Ore 18.30 (Diretta Sky Sport): Monte Schiavo Banca Marche Jesi (4) – Yamamay Busto Arsizio (5)
Ore 20.45: Foppapedretti Bergamo (2) – Cgf Recycle Florens Castellana Grotte (7)

Sabato 7 febbraio – Semifinali
Ore 16.15 – Semifinale 1 (Diretta Sky Sport): (Vincente Pesaro/Conegliano) – (Vincente Jesi/Busto Arsizio)
Ore 18.30 – Semifinale 2 (Diretta Sky Sport): (Vincente Bergamo/Castellana) vs (Vincente Novara/Sassuolo)

Domenica 8 febbraio – Finale
Ore 16.15 – Diretta Sky Sport

Ufficio Stampa [pagebreak]

Sono partite in mattinata alla volta di Eboli le Asystelle, in vista del weekend che vedrà assegnato il primo trofeo stagionale nella città campana. Otto squadre che in tre giorni si contenderanno l’ambita coppa, a partire dalle 12 di venerdì con il primo quarto di finale, per terminare nel pomeriggio di domenica con la finalissima. L’Asystel affronterà nei quarti di finale la Unicom Starker Sassuolo, incrociando nell’eventuale semifinale la vincente della sfida fra Foppapedretti Bergamo e Florens Castellana Grotte. L’altra metà del tabellone prevede gli scontri fra la Scavolini Pesaro e la Zoppas Conegliano, e fra la Monte Schiavo Jesi e la Yamamay Busto Arsizio, con semifinale fra le due vincenti.

La squadra, guidata dal tecnico Pedullà, è atterrata nel primo pomeriggio in loco, e si trova già in palestra, nella vicina Battipaglia, per preparare al meglio la tre giorni. Forte di un ruolino di marcia invidiabile (10 successi nelle ultime 11 gare, 30 set vinti e solo 3 persi nelle dieci vittorie), mister Pedullà attende con ottimismo e interesse l’impegno: “Vogliamo recitare un ruolo da protagoniste, ovviamente. Abbiamo lavorato e stiamo lavorando per preparare al meglio l’evento, tengo molto a far bene, trattandosi di una competizione cui ho partecipato poche volte per quanto riguarda le fasi finali (due invece i successi per il tecnico novarese nella competizione analoga dedicata alla serie cadetta, ndr). Ci piacerebbe arrivare fino in fondo, e chissà giocarci le nostre chance di tornare indietro con una coppa in più, e sono convinto che abbiamo tutte le carte in regola per farcela. La prima partita sarà la più difficile, come sempre in queste manifestazioni, poiché dovremo tener alta la guardia contro un avversario da non sottovalutare assolutamente. Nutro però fiducia nella mia squadra, una squadra che si dimostra in crescita ogni partita che passa, e che punta a trovare quella continuità, unico aspetto che finora ci è mancato, ma questo è legato anche a situazioni impreviste, che si sono andate a creare nel corso della stagione”.

Sulla falsariga delle parole di Luciano Pedullà, anche le dichiarazioni della capitana biancorossa, Natasa Osmokrovic: “siamo molto contente di essere arrivate qui, ma si tratta di un nuovo punto di partenza, non certo di un punto di arrivo. Si può arrivare fino in fondo, stiamo crescendo con costanza ogni partita più di quella precedente, e anche le battute d’arresto che abbiamo avuto si sono rivelate importanti per questo processo di crescita. Penso che possiamo far bene, anzi mi aspetto un nostro buon risultato!”.

Venerdì, ore 16:15 in diretta su Sky Sport 2, il fischio d’inizio della sfida fra Asystel Novara e Unicom Starker Sassuolo, atto primo di una tre giorni che vedrà Novara inseguire quel trofeo, vinto una sola volta, nella stagione 2003-2004.

Sulle reti locali si potrà vedere in questi giorni lo speciale realizzato da Lega Volley Femminile. Questi i vari palinsesti:

Altaitalia tv  4 febbraio 18:55/5 febbraio 20:45

Video Novara 5 febbraio 16:30

Tv Ritmo 5 febbraio 16:30

Ufficio Stampa [pagebreak]

Si è operata lunedì scorso e starà ferma per almeno dieci giorni Danielle Scott-Arruda, la centrale statunitense della Cgf Recycle Florens Castellana Grotte: brutte notizie, quindi, per la formazione pugliese che, proprio alla vigilia di un appuntamento storico come la Final Eight di Coppa Italia (in programma dal prossimo venerdì 6 febbraio a domenica 8 ad Eboli, in Campania), perde uno dei suoi elementi di maggiore esperienza. Il problema all'anulare della mano sinistra, infatti, ha costretto Scott-Arruda all'intervento e ad un periodo di stop che non le permetterà di scendere in campo nella competizione di Lega per il quarto di finale contro la Foppapedretti Bergamo (in calendario venerdì 6 febbraio alle ore 20,45).

Il tecnico della Florens, Donato Radogna, dovrà rinunciare così per la prima volta in stagione a Scott-Arruda e, inoltre, non potrà utilizzare un'altra delle straniere in organico. Già indisponibile, infatti, la brasiliana Elisangela Pereira de Souza, sempre ferma per la sospensione cautelatare imposta dopo il presunto caso di doping che l'ha coinvolta dicembre scorso.

A commentare una vigilia tanto sfortunata quanto comunque affascinante, è il presidente del sodalizio castellanese, Johnny Netti: “La partecipazione alla Final Eight della Coppa Italia 2009 è un evento importante. Non voglio metterci troppa enfasi, ma lo consideriamo storico per la Florens, ma anche per tutta Castellana. Naturalmente, essendo alla nostra prima partecipazione, saremo ad Eboli soprattutto per fare esperienza. Siamo gli ultimi arrivati e andiamo con lo spirito di chi deve confrontarsi con le migliori della classe, peraltro in partite ad eliminazione diretta e, quindi, dal livello di concentrazione altissimo. Non potremo disporre di due pedine importanti come Scott-Arruda ed Elisangela? Non importa, non andremo a fare le vittime sacrificali di nessuno, ma contiamo su quelle atlete come Roani che finora hanno già dato dimostrazione di poter offrire il loro serissimo contributo. Naturalmente mi riferisco alla belga Hanne De Haes, che sarà alla sua prima apparizione ufficiale con la Florens. Pronostici? Non abbiamo l'assillo del risultato e, quindi, chissà che proprio in questa situazione non venga fuori una prestazione maiuscola”.

Ufficio Stampa [pagebreak]

Doppia seduta oggi per la Minetti Vicenza, che martedì è tornata al lavoro al PalaRewatt dopo la bella vittoria con Castellana nell'ultimo turno di campionato che ha rilanciato le quotazioni delle biancorosse in chiave salvezza. Per coach Baraldo continuano le buone notizie: a un mese dall'infortunio alla falange ungueale del pollice destro, Francesca Devetag ha ripreso ieri, martedì, ad allenarsi con la palla. Per ora la centrale goriziana continua a lavorare a parte, proseguendo gli esercizi specifici per il recupero della piena funzionalità del dito con le indicazioni dello staff medico e fisioterapico. Per il suo ritorno in campo in attacco e a muro c'è ancora da attendere, ma ci sono speranze che la giocatricepossa tornare a disposizione del tecnico biancorosso già dalla prossima partita, in programma domenica 15 febbraio a Chieri.

TOCCATA E FUGA IN CROAZIA PER IKIC. Dopo la partita con la Cgf Florens Castellana Matea Ikic è rientrata in Croazia per motivi di studio usufruendo di un permesso da parte della società. La giovane schiacciatrice classe 1989 è rientrata oggi a Vicenza ed è tornata al lavoro con la squadra a partire dall'allenamento del pomeriggio.

IL TIFO DEL FANTACALCIO CHIAMPO. Solo in 2 partite in casa su 6 la Minetti Vicenza è rimasta a secco di punti. Domenica per la prima volta Paccagnella e compagne hanno però fatto bottino pieno davanti al pubblico amico, che si sta confermando sempre più il settimo giocatore in campo, come riconosciuto dalle stesse giocatrici biancorosse nel dopo-gara.

A distinguersi per numero e per il tifo colorato e rumoroso nella sfida di domenica è stato soprattutto il gruppo Fantacalcio Chiampo, presente sugli spalti del PalaRewatt con più di una cinquantina di soci. Ed è di oggi la bella lettera inviata al presidente della società Giovanni Coviello da parte di uno di questi:

Volevo farle i complimenti per la vittoria ottenuta e per l'opportunità che ci ha dato di vedere la Minetti Vicenza. Era la prima volta che andavo a vedere una competizione diversa dal calcio e devo dire che mi è piaciuta molto l'atmosfera che si respira dentro il palazzetto, la grinta delle ragazze e soprattutto vedere una riserva che non è mai entrata in campo piangere per la vittoria ottenuta. Questo è qualcosa di sano e genuino che nello sport è sempre bello vedere. (Ah, per poco dimenticavo: e soprattutto vedere un presidente che soffre in panchina… complimenti!).

PULLMAN CHIERI. Anche oggi sono arrivate nuove adesioni per il pullman organizzato dalla società in occasione della trasferta del 15 febbraio a Chieri, sede dello scontro diretto tra le piemontesi del Famila e la Minetti Vicenza. Il costo comprensivo di viaggio + biglietto è di 15 Euro (10 Euro per abbonati e soci). La partenza è fissata dal piazzale antistante il PalaRewatt alle 12.30. Per le prenotazioni è possibile telefonare in sede al numero 0444 925537 oppure inviare una e-mail all'indirizzo volley@joyvolleyvicenza.it.

Ufficio Stampa [pagebreak]

La Monte Schiavo Banca Marche è partita intorno alle 13 da Jesi per raggiungere Salerno e quindi Eboli, teatro delle imminenti finali della Coppa Italia.
Una seduta di pesi questa mattina e poi la trasferta in Campania, dove si consuma l'epilogo della manifestazione che ha visto la Monte Schiavo superare sia la Fase 1 contro Conegliano che la Fase 2 contro Novara.

Lunedì scorso la vittoria su Perugia, al termine di cinque set giunti a poco più da una settimana da quelli occorsi per piegare, sempre al PalaTriccoli, Bergamo.

“E' stata una partita strana – torna alla gara di campionato Marco Gaspari – nei primi due set è andato tutto bene poi siamo calati mentalmente, abbiamo fatto qualche errore di troppo e le nostre avversarie sono cresciute, hanno cominciato a difendere tutto e a prendere le misure su Negrini e Flier, brava poi a venir fuori nel tie-break”.

“C'era un grande stress lunedì sera – continua il secondo allenatore della Monte Schiavo – non so perché, obiettivamente la gara era difficile e non era semplice ritrovare la serenità giusta. La cosa positiva è stata proprio che siamo riusciti a venir fuori sotto quella grande tensione”.

Adesso ci sono le Final Eight di Coppa Italia: venerdì, alle ore 18.30, la Monte Schiavo Banca Marche affronta nei quarti la YamamaY di Busto Arsizio, di fronte alle telecamere di SKY Sport 2.

“Busto ha rischiato di perdere con Chieri e ha subito una sconfitta netta con Pesaro – conclude il vice di Dragan Nesic – sicuramente avrà voglia di rifarsi. Per quanto ci riguarda, abbiamo perso da loro l'ultimo scontro diretto e vogliamo riscattare quella prestazione.
In una partita secca può accadere di tutto, certo abbiamo alle spalle due risultati importanti in campionato, due ottimi test anche dal punto di vista agonistico. Ora la difficoltà maggiore è dare continuità al nostro gioco”.

Ufficio Stampa
[pagebreak]

Ha due motivi il giemme Gianluigi Poma per essere felice. Il primo è che la sua Riso Scotti è ad un passo dalla storia, la seconda che la salvezza quasi conquistata è stata costruita con l'ossatura della squadra che l'anno scorso ha vinto ai play-off l'A2. Doppia soddisfazione quindi per  1400 spettatori del Palaravizza si sono gongolati dodici magnifiche atlete capaci di battere Chieri e godersi uno spettacolo da grandi emozioni.
Sugli scudi Hanka Pachale e Rossana Spinato, autrici di una prestazione da consegnare agli annali della storia della pallavolo. La tedesca cinica e spieta, ha capitalizzato quanto di buono l'intero reparto difensivo ha saputo fornire in costruzione, mentre l'alzatrice è stata la regia di una vittoria starordinaria.

Il giemme Poma se la ride per l'ennesimo capolavoro: "La salvezza non è matematica, anche se abbiamo due scontri diretti con Cesena e Vicenza qui a Pavia. Credo che la nostra sia una vittoria meritata, la vittoria di un movimento, di una società e di un territorio che vuole crescere con il passo dovuto. Siamo felici perchè stiamo valorizzando gocatrici che per anni hanno sempre disputato l'A2 e che meritavano il salto di categoria. Poi la conferma ad altissimi livelli di Pachale che ha preso la squadra per mano e la sta conducendo alla salvezza".

Sul match vinto su Famila precisa: "Abbiamo sofferto e saputo reagire da grande squadra. Le nostre avversarie hanno giocato alla morte perchè alla disperata ricerca di punti salvezza. Noi siamo state brave a non farle rientrae in partita. Il gruppo è eccellente e il nostro pubblico merita davvero una squadra in A1".

Ora la sosta e poi trasferta in casa Perugia: "Beh credo che possiamo giocarcela. Questa sosta farà bene alla squadra e confido in una prestazione positiva. Di fronte abbiamo una signora squadra, composta da grandi campionesse".

La Riso Scotti continua ad essere una splendida oasi felice della pallavolo, sia per i risultati maturati sul campo e sia per le iniziative del giemme Gianluigi Poma che questa volta pone l'accento sui calorosissimi tifosi. Infatti dalla prossima partita interna basterà votare la migliore giocatrice della singola gara da qui alla fine del campionato. Le due pallavoliste che da questa votazione risulteranno le più gettonate per il rendimento, permetteranno di far vincere ad un tifoso un viaggio a Maceio, in Brasile. Un'iniziativa resa possibile dall'aiuto sempre mirabile delle aziende Sogeco e Punto Edile. "Credo che due aziende di questo calibro – commenta il general manager Gianluigi Poma – meritino attenzione e stima da parte del territorio perchè in qusto modo permettono a tifosi di vivere un sogno legato alle loro beniamine. Pavia e la Riso Scotti hanno bisogno di gente appassionata ed innamorata dello sport che permetta ai tifosi di essere protagonisti in prima battuta". Dalla prossima gara interna sarà distribuito un coupun da compilare e su cui mettere la preferenza per l'atleta che sarà la MVP della serata. La cartolina dovrà essere imbucata negli appositi contenitori. Non parteciparrano alla lotteria, chi usufruisce di accredito, e ingressi di favore. "E' un modo per premiare il cittadino che viene al palazzetto e paga. Per noi il tifoso è privilegiato, indipendentemete dal ceto sociale che rappresenta. E con questa iniziativa vogliamo far capire a tutti quanto sia portante essere vicini alla nostra società".

Ufficio Stampa

Yamamay Busto Arsizio: da venerdì è Final 8 di Coppa Italia Pag 1

Asystel Novara: obiettivo non fermarsi a Eboli Pag 2

Cgf Recycle Castellana Grotte: Scott-Arruda operata, niente Coppa Italia Pag 3

Minetti Vicenza: Devetag ritorna al lavoro Pag 4

Monte Schiavo Banca Marche Jesi: squadra partita alla volta di Eboli Pag 5

Risco Scotti Pavia: ad un passo la storia, per i tifosi in palio un viaggio in Brasile Pag 6