Si chiudono con un nono posto i Campionati del Mondo di Beach Volley di Paolo Nicolai e Matteo Martino che dopo la vittoria di questa mattina contro i campioni d’Europa Nummerdor-Schuil,  si sono arresi 2-1 (21-18, 18-21, 15-11) agli spagnoli Herrera – Gavira al termine di un incontro molto combattuto durato circa 50 minuti al quale hanno assistito quasi 5000 spettatori. I due azzurri, dopo aver ceduto il primo parziale si sono imposti nel secondo per arrendersi nel terzo e definitivo set. Un vero peccato per Matteo e Paolo che nelle due gare odierne del tabellone ad eliminazione diretta hanno dimostrato una maggiore cattiveria agonistica e convinzione nei propri mezzi.

Seppur con qualche rimpianto rimane la consapevolezza di essere una buona coppia che, come Greta e Marta, ha conquistato 400 punti, molto preziosi per la qualificazione olimpica.

Martino: “Sono deluso, avevamo fatto una bella rimonta, poi abbiamo pagato qualche errore di troppo nella fase finale. Credo sia mancata un po’ d’attenzione in difesa. In gare così importanti non ti puoi permettere leggerezze. Loro sono stati molto bravi sul 10-10 del terzo set”.

Nicolai : “Perdere in questo modo, dopo una gara così combattuta non è bello. Abbiamo ancora molto da lavorare, ma per il momento questo piazzamento ci può stare. Il mondiale ci lascia la consapevolezza di potercela giocare con tutti, ma abbiamo bisogno di tempo per crescere come squadra. Credo che siano le piccole cose a fare la differenza e a noi manca proprio questo”.

Fipav