Santa Croce sull’Arno (Pi), 06/12/2011 –   Le pallavoliste della Biancoforno Volley Santa Croce non solo sono fra le attuali regine del campionato di A2 femminile, ma sono anche le protagoniste di un importante studio scientifico dal titolo “Cuore d’atleta nella donna: allenamento e rimodellamento cardiovascolare”.

I risultati preliminari della ricerca saranno presentati dapprima al Congresso della Società Europea di Ecocardiografia, che ti terrà a Budapest dal 7 al 10 Dicembre; successivamente saranno discussi al Congresso Nazionale della Società Italiana di Cardiologia, che si svolgerà a Roma dal 10 al 12 Dicembre.

La ricerca, in fase di ultimazione, è stata condotta da una prestigiosa équipe di medici della divisione di Cardiologia Universitaria dell’Ospedale Santa Maria alle Scotte di Siena, diretta dal Prof. Sergio Mondillo. Coordinatore dello studio è il giovane dottor Flavio D’Ascenzi, medico dello staff sanitario della Biancoforno di cui è responsabile il Dott. Massimo Morelli.  Oltre alle giocatrici di Santa Croce lo studio ha coinvolto anche le atlete del team San Mariano.

 “L’ obiettivo dello studio – spiega D’Ascenzi – era analizzare l’adattamento cardiovascolare all’allenamento in atlete pallavoliste di alto livello. Il disegno longitudinale dello studio, realizzato su 25 giocatrici, prevedeva una misurazione iniziale e misurazioni seriate effettuate durante la stagione agonistica. I dati ottenuti sono stati analizzati off-line mediante un software di nuova generazione che per la prima volta è stato applicato dal nostro gruppo di ricerca in questo ambito”. I risultati?  “Interessanti – prosegue D’Ascenzi – abbiamo potuto riscontrare nelle atlete un adattamento sia morfologico che funzionale in risposta all’allenamento. Dopo 4 mesi di training sport-specifico è possibile osservare nelle pallavoliste di alto livello un significativo rimodellamento atriale sinistro ed un ulteriore miglioramento della funzione diastolica rispetto ai valori di partenza”. Si tratta di dati innovativi nel settore visto che fino ad oggi la ricerca si è incentrata su altre discipline e prevalentemente sul settore maschile; inoltre, non sono presenti in letteratura studi longitudinali riguardanti il rimodellamento del cuore d’atleta nelle pallavoliste”.

Questo nuovo studio apre un varco nello sport femminile, in continua espansione, offrendo la base per ulteriori ricerche sempre più ambiziose e importanti. Dunque la pallavolo non è solo allenamento fisico e svolgimento di schemi di gioco, ma è sempre più scienza, metodo e rigore.

Ufficio stampa S. Croce