Terminata la seconda giornata di Serie A1, Itas Diatec Trentino e Copra Morpho Piacenza si ritroveranno subito una contro l’altra nell’anticipo della decima di andata che avrà luogo domani, mercoledì 3 novembre alle ore 20.30, anziché domenica 19 dicembre, data in cui la formazione trentina sarà impegnata nel Mondiale per Club a Doha (Qatar), dove cercherà di difendere il titolo conquistato lo scorso anno.

L’anticipo, in diretta su Rai Sport 1 ed in diretta streaming sul sito di RaiSport, vede da una parte la formazione di Radostin Stoytchev a pieni punti in classifica dopo le due vittorie conquistate contro Castellana Grotte e San Giustino; dall’altra i ragazzi di Angelo Lorenzetti, ancora a quota 0 punti, che cercheranno il riscatto al PalaTrento, proprio dove nel 2009 conquistarono lo storico Tricolore.

PRECEDENTI: 29 (16 successi Trento, 13 successi Piacenza)

EX: non ci sono ex tra queste due formazioni

A CACCIA DI RECORD

In Campionato: Marcus Popp – 13 punti ai 1500, Ivan Benito – 4 punti ai 3000, Luca Tencati – 5 muri vincenti agli 800 (Copra Morpho Piacenza).

Emanuele Birarelli (Itas Diatec Trentino): “Trento – Piacenza è la sfida che ha caratterizzato le ultime stagioni del nostro Campionato e come tale è quindi sempre una partita molto sentita e particolare. La Copra ha chiuso il proprio ciclo in estate rinnovando la propria rosa e ripartendo con un gruppo nuovo; c’è quindi molto interesse nel capire a che livello li troveremo. Hanno iniziato con due sconfitte ma ci può stare perché all’inizio non è facile trovare subito l’amalgama, soprattutto quando palleggiatore, opposto e centrali vengono da esperienze diverse. Dobbiamo quindi stare molto attenti, perché sicuramente troveremo una squadra che ha bisogno di punti e sarà stimolata dal fascino che questa sfida conserva sempre”.

Paolo Maffi (General Manager Copra Morpho Piacenza): “Sicuramente tecnico e giocatori avrebbero preferito passare la settimana a lavorare in palestra per rivedere e correggere quanto fatto in quel di Verona. La partita di Trento non capita quindi nel momento “migliore” della stagione. E’ anche vero che questo è quanto ci impone il calendario e pertanto dovremo affrontare la trasferta facendo buon viso a cattivo gioco. Sulla carta non partiamo sicuramente favoriti: da una parte Trento Campione del Mondo, dall’altra Piacenza completamente rivoluzionata e alla ricerca del suo primo punto. La settimana scorsa parlavo di pazienza e ottimismo, oggi aggiungo anche la parola fiducia. Fiducia in un gruppo che sta faticosamente trovando la propria identità, fiducia in una squadra ancora alla ricerca, più che legittima, di meccanismi di gioco, fiducia in un tecnico e in uno staff che sta indubbiamente lavorando benissimo”.

TV

Diretta Rai Sport 1 a partire dalle ore 20.30

Diretta streaming su http://www.raisport.rai.it/dl/raisport/multimedia/diretta.html

Mercoledì 3 novembre 2010

Itas Diatec Trentino – Copra Morpho Piacenza

Commento di Maurizio Colantoni e Ferdinando De Giorgi

All’estero

EUROSPORT 2 trasmetterà in diretta l’anticipo della 10a giornata Itas Diatec Trentino – Copra Morpho Piacenza.

Mercoledì 3 novembre “Fuori Banda” ospita Valerio Vermiglio

Domani alle 14.20 Marco Caronna porterà ai microfoni di “Fuori Banda” Valerio Vermiglio, capitano della Nazionale 4a classificata all’appena concluso Mondiale giocato in Italia e regista per la quarta stagione consecutiva della Lube Banca Marche Macerata. Proprio in merito al recente Mondiale, Vermiglio non nasconde un po’ di delusione per il quarto posto: “Quando si arriva in Semifinale, per giunta nel tuo Paese e davanti a tante persone che tifano per te, è ovvio che si vorrebbe andare avanti e pretendere di più. Però, se guardo il mappamondo, penso che essere arrivati fin lì a fronte di tutte le nazioni che ci sono al mondo non è poi così male”. Proseguono poi le riflessioni del palleggiatore sul Campionato appena iniziato: “Siamo molto motivati: per quanto mi riguarda sto cercando di lavorare tanto su me stesso, fisicamente ma soprattutto a livello caratteriale. Sto cercando di crescere, diventare più diplomatico rispetto al passato ed è per questo che ho iniziato a fare yoga tutte le mattine. Inoltre, a differenza di qualche anno fa, cerco di passare quanto più tempo possibile in palestra perché sono sempre più convinto di quanto sia importante allenarsi tanto e meglio. La corsa allo Scudetto? Questa domanda mi fa venire in mente che qualcuno dovrebbe scrivere un libro di filosofia in merito, dal titolo La rottura del dualismo: credo infatti che chiunque in questo Campionato voglia aver a che fare con Scudetto o Coppa Italia dovrà riuscire a rompere il dualismo Trento/Cuneo, intromettendosi tra di loro.”.

L ‘intervista sarà in diretta anche on line su www.lattemiele.com o collegandosi al link di lattemiele su www.legavolley.it.

Lega volley