A Busto Arsizio non fa notizia. Ormai da un decennio tifosi e atlete sono abituati e affezionati al loro fisio-presidente. Nel resto d’Italia, invece, la storia del presidente che mette la cravatta soltanto per fare gli onori di casa il giorno della presentazione e poi lascia le redini della società ai dirigenti per curare le atlete e sedere in panchina come fisioterapista, farà sorridere.

Dieci anni fa la Yamamay Busto Arsizio era una “politraumatizzata”, oggi è una squadra che “corre dopo essere stata rimessa in piedi”. La metafora medica riassuntiva dell’exploit della società varesina, terza nella classifica dell’A1 femminile, è del presidente delle farfalleMichele Forte. Ed è una metafora decisamente azzeccata perchéMichele Forte è il primo (e forse unico) esempio di presidente-massaggiatore.

Continua a leggere sul blog di Mariella Caruso.