dominican flameSeconda giornata di gare per i Campionati del Mondo di Pallavolo Femminile Italia 2014. Match a senso unico in tutte le sedi che hanno dato vita alla prima fase iridata con alcuni gironi che cominciano già a delinearsi, anche se la strada è ancora lunga. A Roma la Tunisia in mattinata ha incassato il secondo 3-0, dopo quello delle azzurre, questa volta per mano della Repubblica Domenicana che si porta ora in testa al girone (in attesa che giochino le altre) con 5 punti. Primi tre punti mondiali per la Turchia che stende il Canada a Trieste, mentre a Verona gli Stati Uniti tengono a “0” il ruolino di marcia del Kazakhstan che incassa la seconda sconfitta. Chiusura per Bari, dove la Cina vince sempre 3-0 senza troppi problemi contro l’Azerbaijan .
I risultati della mattina – Pool A (Roma) Repubblica Dominicana – Tunisia 3-0 (25-14; 25-19; 25-10); Pool B (Trieste); Turchia – Canada 3-0 (25-10; 25-12; 25-17); Pool C (Verona); Kazakhstan – USA 0-3 (20-25; 15-25; 22-25); Pool D (Bari); Cina – Azerbaijan  3-0 (25-13; 25-16; 25;17)

LE DICHIARAZIONI DELLE PARTITE DELLE 10.30 –

REPUBBLICA DOMINICANA – TUNISIA 3-0 (25-14; 25-19; 25-10)
Mariem Brik, capitano Tunisia – “Abbiamo giocato senza guardare al punteggio, la prestazione di ieri è stata migliore”
Mohamed Messelmani, allenatore Tunisia – “Abbiamo affrontato due squadre forti e per noi è una possibilità di giocare a pallavolo ad un livello più alto del solito. Dobbiamo migliorare nella fase ricezione-difesa”.
Bethania De Pena De La Cruz, capitano Repubblica Dominicana – “Questa vittoria è stata molto importante per noi, sono felice di aiutare la mia squadra realizzando molti punti, siamo andate bene durante queste due partite”.
Marcos Kwiek, allenatore Repubblica Dominicana – “Questa partita era importante per noi perché abbiamo la possibilità di far giocare tutte le atlete. E ‘un campionato lungo e abbiamo bisogno di tutti. Giocheremo ogni partita come una finale”.

TURCHIA – CANADA 3-0 (25-10; 25-12; 25-17)

Massimo Barbolini, allenatore Turchia: Abbiamo giocato una buona partita. E’ la prima vittoria qui e vogliamo continuare in questo modo. Dopo i primi punti del primo set, abbiamo capito che sarebbe stato abbastanza facile. Partita di oggi è stata una buona situazione per testare la nostra vera forza. Non abbiamo avuto cali di attenzione e siamo stati concentrati.
Sonsirma Gozde, capitano turco: Siamo molto felici e soddisfatti con la vittoria di oggi e per i tre punti importanti. Abbiamo giocato bene.
Arnd Ludwig, allenatore canadese: La Turchia ha giocato meglio in battuta e in attacco. Sapevano bene quali fossero le nostre problematiche in ricezione. Abbiamo cercato di gestire la partita, ma ci hanno messo molta pressione. La prima parte del primo set è stato il nostro momento migliore, ma alla fine, non siamo riusciti a fare molto.
Page Britteny, capitano canadese: I sostenitori italiani delle scuole locali erano incredibili. Ci hanno aiutato molto. Non abbiamo giocato al nostro meglio. Sul terzo set abbiamo avuto più fiducia e fede, ma non è stato abbastanza.

KAZAKISTAN-USA 0-3 (20-25, 15-25, 22-25)

Christa Harmotto Dietzen, capitano USA:
“Pensavo che abbiamo giocato bene. Il Kazakistan gioca diversamente rispetto alle altre squadre ma siamo state brave a batterlo. Penso che abbiamo gestito bene e siamo riusciti a trasformare un sacco di punti. Ho pensato che il Kazakistan abbia sfruttato i proprio punti di forza “.
“L’Olanda è una squadra forte. Sarà un incontro equilibrato proprio come contro ogni altra squadra in questo torneo, e giocano un diverso stile di pallavolo, quindi sarà una grande sfida. Non vediamo l’ora di farlo.”
Oleksandr Gutor, allenatore Kazakistan:
“Possiamo giocare meglio. Abbiamo fatto un sacco di errori al servizio. La difesa statunitense ci ha reso la vita difficile. Hanno buoni giocatori. Questo è il nostro lavoro e cerchiamo di fare meglio nella prossima partita “.

CINA-AZERBAIJAN 3-0 (25-13, 25-16, 25-17)

Oksana Kurt (capitano Azerbaijan): La sconfitta di oggi con la Cina è anche dovuta alla stanchezza, abbiamo giocato alle 8 ieri sera e alle 10 questa mattina. La Cina è una squadra che secondo me ha possibilità superiori rispetto al Giappone, quindi onore alla Cina.
Aleksandr Chervyakov (Allenatore Azerbaijan): Eravamo stanche per la partita di ieri molto combattuta col Giappone. Oggi è stato più difficile giocare, perchè la cina rispetto al Giappone ha un muro più alto e più composto.
Ruoqi Hui (Capitano Cina): Questo è il mio primo mondiale, sono emozionatissima e felice per i risultati che tutta la squadra, molto giovane sta ottenendo. Stiamo dando il nostro meglio e procediamo nella scalata verso la fase successiva. Lo spirito della squadra è sempre quello di dare il massimo in ogni partita.
Lang Ping (Choach China): Abbiamo giocato bene, comunque l’azerbaijan si è rivelata una squadra ricca di soprese, che può dare molto. Ha un buon attacco e un buon muro-difesa. Complimenti alla n.17 azera che ci ha dato filo da torcere. Credo la pool sia molto equilibrata, serve solo un pò di pazienza per questa giovane squadra che comunque sta dando già ottimi risultati.
AMERICANO OLIMPIONICO DI SALTO TRIPLO A VERONA AL SEGUITO DELLA FIDANZATA KELLY MURPHY
Il campione olimpico di salto triplo dei Giochi di Londra, l’americano Christian Taylor, si trova in questi giorni a Verona per seguire le imprese della propria ragazza, Kelly Murphy, una delle giocatrici selezionate da coach Karch Kiraly per la squadra a stelle e strisce che partecipa al mondiale italiano. Taylor era sugli spalti del PalaOlimpia già martedi’ sera per la partita contro il Messico e di buon’ora l’atleta americano sedeva in tribuna del palazzetto veronese anche per l’incontro USA – Kazakistan in programma mercoledi’ mattina. Taylor si é divertito a mimare il gesto tecnico del salto triplo di fronte al PalaOlimpia (foto); l’americano é il re indiscusso della disciplina e di recente si é aggiudicato anche il titolo della Diamond League nella specialità che lo vide trionfare a Londra 2012. “La mia stagione é finita e finalmente ho la possibilità di seguire Kelly in una competizione internazionale, cosa che succede abbastanza di rado poiché entrambi siamo sempre in giro per il mondo per i rispettivi impegni o allenamenti”. Taylor ha poi firmato autografi ai giovani studenti delle scuole veronesi che hanno affollato il PalaOlimpia per la prima partita del secondo giorno di gare del girone C.
LA POLIZIA DI STATO AL MONDIALE
La Polizia di Stato è scesa in campo in occasione del Campionato Mondiale di Pallavolo Femminile al PalaLottomatica di Roma. L’obiettivo principale dell’iniziativa, che coinvolge ogni giorno circa 200 studenti con relativi insegnanti provenienti da scuole elementari, medie e superiori, è quello di informare i più giovani. “Cerchiamo – ha dichiarato l’Assistente della Polizia di Stato, Paola Turi – di insegnare ai più giovani cosa vuol dire il rispetto per il prossimo, sia in ambito sportivo sia nella vita di tutti i giorni. Al giorno d’oggi tutti i bambini hanno un dispositivo elettronico, il nostro dovere, e soprattutto dei genitori, è quello di spiegare tutti i pericoli cui vanno incontro. L’impegno della Polizia Postale è andare sistematicamente fuori le scuole per sensibilizzare i giovani, dando svariati consigli, il più frequente riguarda la cancellazione del proprio profilo sul social network. Affrontiamo – conclude la Turi, insieme all’Assistente Capo, Giovanna Foglia – diversi e importanti argomenti come la pedofilia, la pedopornografia, cyberbullismo, e tanto altro. L’evento collaterale, intitolato “Sport e legalità”, ha preso vita grazie alla collaborazione tra il COL di Roma e la Polizia di Stato. Il workshop si svolgerà anche nelle giornate di domani e sabato. Nel pomeriggio presso lo stand informativo della Polizia Postale, allestito all’interno dell’impianto, sarà possibile ricevere ulteriori consigli per non incappare in truffe online, phishing, virus, ecc.

 

Fonte: press@volley2014.it

foto Fabio Cucchetti per GetSportMedia