Due squadre l’una di fronte all’altra. E ognuna delle due con una missione da compiere. Se per le padrone di casa della Delta Despar Trentino c’ è quella (difficile ma non) impossibile di guadagnare 3 punti d’oro per una boccata d’ossigeno vitale, in classifica, per la Unet E-Work Busto Arsizio c’è la necessità di non perdere il buon passo tenuto finora. Ma la domenica sera in terra trentina non risparmia sorprese. E proprio quando Trento è a un passo dall’impresa, Busto torna a giocare come sa.

QUI PHOTOGALLERY della partita di Riccardo Giuliani per Get Sport Media

Fase di avvio di match in un equilibrio che il muro di Jovana Stevanovic (6-7) sembra poter spezzare. Non fosse per la risposta di una Delta convinta e convincente che con Rebecca Piva rimette i conti in parità (12-12) poi conta sul buon turno al servizio di Yamila Nizetich e il break di 3 punti che cambia il volto del set. La Uyba ci prova ad aggiustare (Stevanovic a muro per il 17-16 sembra riportare il perduto equilibrio) ma la Delta ci crede. Si presenta al finale di frazione con un 20-17 che poi trasforma in 25-18.

Secondo set con la Delta subito avanti di quel paio di lunghezze che mantiene e poi aumenta tanto da impensierire la panchina delle farfalle time out 8-5 diventa 9-5 Ci pensano poi l’ace di Piva 11-6 ace e poi quello di Eleonora Furlan (13-8) a mettere una serie ipoteca su un set che nemmeno due ace consecutivi di Camilla Mingardi (da 20-12 a 20-14) sapranno mettere in dubbio. Per un 25-16 che è una sentenza.

Definitiva? No. Perché Busto si riprende e riprende il bandolo della matassa con un piccolo vantaggio di due punti che diventano quattro (11-15) e poi sei, quando nemmeno un tempo discrezionale chiesto da Trento riesce a interrompere il break di 5 punti con Mingardi al servizio (11-17). Il finale è tutto rosso UYBA con quel +7 (13-20) a cui poco ci sarà da aggiungere. Giusto qualche punto fino al 16-25 firmato da Rossella Olivotto.

Quarto set, tanto quanto. Busto avanti e Trento un passo indietro. Quel tanto, fino al +9, peraltro da garantire un punto matematico alle farfalle e portare il match al quinto set, dopo aver sigillato il quarto con un altro 16-25. Tie break con Busto avanti da subito per arrivare al cambio campo 4-8 per un finale tutto da scrivere: dal time out chiesto da Matteo Bertini sul 4-9, passando da quello di Marco Musso (8-10) fino al punto 15 di Busto, un errore, attacco out, di Nizetich.

DELTA DESPAR TRENTINO – UNET E-WORK BUSTO ARSIZIO 2-3 (25-18; 25-16; 16-25; 16-25;
DELTA DESPAR TRENTINO: Raskie 1, Rivero 17, Nizetich 12, Piva 13, Furlan 13, Berti 13, Moro (L); Mason 1, Botarelli 1, Stocco 0, Rucli 0. All. Bertini
UNET E-WORK BUSTO ARSIZIO: Poulter 1, Mingardi 22, Gray 18, Ungureanu 0, Stevanovic 12, Olivotto 8, Zannoni (L); Bosetti 11, Monza 0, Bressan 0, Herrera 0, Battista ne. All. Musso
ARBITRI: Veronica Mioara Papadopol e Rossella Piana
DURATA: 25‘, 24‘, 25‘, 24’, 17’ (totale 2h05’)
MVP: Bosetti