Al PalaEvangelisti di Perugia si è disputato un incontro amichevole tra la Despar Colussi Perugia e la Brunelli Volley Nocera Umbra. Assente per influenza il capitano delle rossoblù Chiara Di Iulio. Data la natura dell’ incontro i due allenatori hanno schierato in campo delle formazioni sperimentali e hanno disputato 4 set.

I set 25-17    

Inizio buono per Brunelli Volley  con Petrucci che esegue un ace e segna il primo punto; la Sirio reagisce subito bene e per questa iniziale parte di set riesce a portarsi sopra di tre punti.

Al primo time out chiesto dal coach della squadra di casa il parziale è di 10-6, alla ripresa gli errori in schiacciata delle perugine porta la Brunelli sul 10-10. Le  squadre si seguono a vicenda raggiungendo la parità più volte (11-11, 12-12, 13-13), il time out per la Sirio arriva sul 15-14. Marasciulo chiede il tempo sul 18-14. Nella parte conclusiva di set Brunelli Volley realizza poco, ciò permette alla squadra di casa di vincere il set senza molti problemi: 25-17.

In questo set Vindevoghel non riesce ad attaccare con precisione riuscendo a segnare solo 3 punti.

II set 25-17  

Secondo set equilibrato da parte delle due formazioni, lo scatto che porta il vantaggio arriva dalla formazione della Togut, che si portano sempre sui due- tre punti sopra.

La Sirio cambia marcia  e si porta con 4 punti di vantaggio  14-10, da segnalare 2  schiacciate vincenti della Renzi su fast servita dalla Petrucci. Il primo time out arriva sul 16-12,alla ripresa è la Brunelli Volley che trova un break positivo con Vindevoghel e Jerkov che riescono a portare la squadra a un punto sotto la Sirio: 16-15. La reazione di quest’ ultima però impedisce alla Brunelli di andare in vantaggio e con pochi errori chiudono il set col parziale di 25-17.

Molto bene nel corso del set Soraia che riesce a confermarsi trascinatrice della squadra

III set 26-24

A dettar legge subito in questo set è la Sirio che segna i primi tre punti, il set prosegue con Brunelli che recupera e pareggia sul 5-5 grazie all’ attacco di Liesbet che manda in errore il muro delle perugine. Ancora situazione di parità (6-6, 7-7), Perugia poi riesce ad avere 2 punti di vantaggio e il primo time out arriva sul 10-8. Il prosegue in favore delle padrone di casa a dare noie alla ricezione perugina è  Soraia; Marasciulo chiam il tempo sul 21-15,alla ripresa Brunelli Volley  prendere un buon break positivo che gli permette il 21-19 prima e il pareggio sul 22-22. La situazione di parità prosegue fino al 24-24; Marasciulo chiama il time out ma la situazione non si sblocca in suo favore: un Perugia più concentrato vince anche questo terzo set: 26-24

IV set 22-25

Brunelli Volley passa in vantaggio sul 2-3, il vantaggio poi aumenta di tre punti (3-6) grazie ai tocchi vincenti di Soraia e Jerkov. Il set prosegue in favore della Brunelli  che schiera in campo Vinciarelli temporaneamente al posto della Renzi. L’ attacco delle rossoblù permetto loro di continuare il set con alcuni punti di vantaggio; al time out richiesto dal coach della Sirio il parziale è di 10-15. Marasciulo chiama poi il time out sul 14-16, alla ripresa la Brunelli mantiene un vantaggio di due punti sulle padrone di casa e riesce a chiudere il set in suo favore: 22-25

Ufficio Stampa [pagebreak]

Inizia a svuotarsi l'infermeria della Minetti Vicenza. Migliorano le condizioni di Paccagnella, che nel pomeriggio è tornata ad allenarsi con la squadra. Buone notizie anche per l'altra centrale Francesca Devetag: la visita di controllo di stamattina ha dato responso positivo e la biancorossa può dunque tornare ad allenarsi regolarmente con la squadra a più di mese dall'infortunio al pollice destro. Secondo il medico l'osso della falange si è completamente ricalcificato e la centrale potrà già da oggi prendere contatto con la palla con la protezione di una fasciatura che dovrebbe limitare il dolore.

Intanto al PalaRewatt continuano le sessioni di studio sulle prossime avversarie del Famila Chieri, anche grazie alla settimana di pausa che ha agevolato il lavoro di montaggio e di sintesi dei dati tecnici e statistici sulla formazione piemontese.

CHIERI AL MICROSCOPIO. A presentare le caratteristiche della rivale della Minetti Vicenza nello scontro diretto di domenica è il vice allenatore Dino Guadalupi, che proprio in questi giorni ha festeggiato i due anni di collaborazione con la società biancorossa:

"Chieri è come noi una squadra in ripresa, anche loro recentemente hanno fatto dei passi avanti e stanno facendo soffrire le squadre che incontrano. Non è un gruppo rassegnato, anzi; come hanno dichiarato pubblicamente, stanno cercando in tutti i modi di rientrare in corsa, almeno per il penultimo posto. Nelle ultime giornate hanno iniziato a ridurre il numero degli errori, il loro principale handicap, e in casa poi hanno un buon supporto dal pubblico.

La loro posizione in classifica può stupire guardando la rosa: hanno un sestetto completo, con paio di cambi validi. Stufi in posto tre è una buona alternativa anche a livello tattico, la seconda palleggiatrice, Aleksovska, viene utilizzata per variare il gioco e spesso forza l'utilizzo dei centrali.

Il loro gioco tipicamente si basa sulle bande, dove hanno tre schiacciatrici di buon livello che vengono più o meno servite a seconda del rendimento. Due sono atlete molto fisiche, Popovic e Petrauskaite, una, Cicolari, è una giocatrice più tecnica ed è quella che dà un po' di quadratura al sestetto. Hanno un muro importante, contro il quale non è facile passare su palloni scontati. Hanno poi un ottimo libero, Puerari, forte sia in ricezione che in difesa. Sulla carta è una squadra potente e completa; la classifica le condanna e questo vuol dire che alcuni meccanismi non hanno funzionato e che sicuramente qualche variabile ne ha condizionato il rendimento, ma di certo non è la squadra cuscinetto come ce ne sono state negli scorsi campionati".

Tu conosci abbastanza bene il nuovo allenatore, Guidetti, che a gennaio è subentrato al dimissionario Salomoni. Si vede la mano del nuovo tecnico?

"Ettore è un grande agonista, è uno che non ci sta assolutamente a perdere. Nel carattere, nella voglia di non arrendersi che Chieri sta mettendo in campo c'è sicuramente molto del suo lavoro. Non l'ho sentito, ma penso che anche il calo degli errori in attacco sia stata una sua battaglia".

Ufficio Stampa

Brunelli Nocera Umbra: buon test contro la Despar Perugia Pag 1

Minetti Infoplus Vicenza: Devetag torna al lavoro, migliora anche Paccagnella Pag 2