Ritrova la vittoria in campionato ma non il sorriso la Monte Schiavo Banca Marche, che vince contro Cesena ma continua ad essere perseguitata dagli infortuni, come confermano anche le parole dell'allenatore della squadra jesina Dragan Nesic.

"Prima di analizzare la partita va detto che sono molto dispiaciuto per quanto accaduto nel primo set con l’ennesimo infortunio della stagione. Noi dovevamo tenere a riposo Rinieri per qualche problematica e perché quest’anno ha giocato sempre senza mai risparmiarsi, ma purtroppo anche Tina è stata costretta ad uscire dal campo."

"Non sono assolutamente contento della nostra ricezione. Abbiamo avuto 49 battute sul nostro libero, e Zilio al momento non è il giocatore di 2 mesi fa, quando poteva sopportare tutte queste ricezioni perché non era reduce dal lungo stop forzato dall’infortunio. Gli avversari bravi giustamente studiano le partite e questo è il gioco, va bene così."

"Alla fine abbiamo comunque portato a casa la vittoria, ma ammetto di essere stanco di tutti questi infortuni che dall’inizio della stagione ci stanno perseguitando. Sicuramente per alcuni di questi c’è anche stata una gestione non perfetta da parte nostra, ed è giusto ammetterlo. Ora però stiamo lavorando per far tornare in perfetta condizione anche Flier, Bown e Rinieri, senza le quali sarà difficile riuscire a far qualcosa di buono in questo finale di campionato. I due punti ci lasciano comunque in quarta posizione e questo ci conforta, ma non ci sarà più concesso sbagliare nelle ultime partite, perché vogliamo in tutti i modi tenerci stretto questo posto in classifica."

Ufficio Stampa [pagebreak]

È arrivato domenica sera, con la vittoria di Chieri per 3-2 su Conegliano, il secondo verdetto stagionale del campionato di A1: dopo il primo posto matematico di Pesaro, la prima condanna riguarda purtroppo la Minetti Vicenza. La sconfitta con Bergamo ha lasciato ferme a 10 punti le biancorosse, che hanno visto allontanarsi ulteriormente le piemontesi del Famila (17), salite a una lunghezza da Santeramo (18). Anche se restano tre giornate da giocare, il terzultimo posto che vale la salvezza è di fatto inaccessibile, dato che il prossimo turno mette in calendario proprio Santeramo – Chieri. La squadra che uscirà vincente dallo scontro diretto sarà aritmeticamente irraggiungibile per le ragazze di Baraldo, che nella migliore delle ipotesi possono ora chiudere al penultimo posto. Non sarà comunque facile migliorare l'attuale posizione di classifica: per farlo le minettine non dovrebbero più perdere da qui a fine campionato, sperando nel contempo nelle sconfitte delle avversarie che le precedono.

LA CAPITANA. A commentare la partita di domenica e la retrocessione è la capitana biancorossa Stefania Paccagnella:

"Di positivo c'è anche con Bergamo che abbiamo cercato di giocare, nel primo set le abbiamo messe in difficoltà e siamo riuscite a vincerlo; poi è normale che loro cambiassero un po' marcia, Lo Bianco ha velocizzato ulteriormente il gioco e a muro abbiamo fatto fatica, io per prima; la palla girava rapidissima e il loro gioco era difficile da leggere. Poi loro in difesa sono cresciute, noi invece siamo calate in attacco; non ho visto i numeri ma a sensazione credo sia andata così. Nel secondo e nel terzo set sembrava che avessimo perso il coraggio di tirare, in attacco si combinava poco o niente. Nel quarto set abbiamo giocato bene come nel primo e forse il tie break sarebbe stato giusto. Tutto sommato comunque sono contenta, di sicuro non abbiamo fatto una figuraccia e giocando libere da pressione credo che ci siamo anche divertite. Di sicuro non ci siamo piegate all'avversario. Ad aiutarci è stato anche il grande pubblico, c'era moltissima gente, soprattutto tante squadre di pallavolo. Dobbiamo ringraziare i nostri dirigenti, in particolare Bianchi e Tagliabue, perché è merito del loro lavoro".

La scossa richiesta dal presidente in settimana Ferappi c'è stata…

"Il discorso che ci ha fatto il presidente è stato importante; ora che la retrocessione è matematica dobbiamo comunque chiudere con dignità la stagione. L'importante a questo punto non sono i risultati, ma il modo di stare in campo e di giocare. Penso che le parole di venerdì ci abbiamo segnato; è stato importante che il nuovo presidente sia venuto e ci abbia parlato, è una persona che ispira fiducia".

SINTESI. Questa sera alle 22 su Tva Vicenza (SKY 907) sarà trasmessa la sintesi dell'incontro tra Minetti Vicenza e Foppapedretti Bergamo.

Ufficio Stampa [pagebreak]

La vittoria in rimonta contro la Spes Conegliano ha mostrato che il Famila di Ettore Guidetti ha imparato a soffrire e a non demoralizzarsi nei momenti di difficoltà. Atteggiamento giusto per affrontare la volata salvezza che domenica ha in programma la sfida decisiva sul campo di Santeramo. Ciò che più conforta è l'ottima condizione fisica che anche contro le venete ha permesso a Chieri di imporsi al tie break.
"Nei primi due set – spiega coach Guidetti – Conegliano ha mostrato tutta la sua forza, avevamo preparato la partita sapendo di affrontare un avversario di alto livello ma ci hanno comunque sorpreso. Riuscire a vincere una gara di questo tipo è una grande iniezione di fiducia in vista della sfida con Santeramo".

Una vittoria conquistata soprattutto con il carattere…
"Non è stata certamente la nostra migliore prestazione, riuscire a ribaltare il risultato assume ancora più valore. Credo che i nostri meriti siano pari ai demeriti di Conegliano perché nei primi due parziali loro hanno giocato un'ottima pallavolo con Brakocevic e Pavan immarcabil i ma nel finale siamo stati più lucidi e con il passare dei punti abbiamo cominciato a crederci. Il nostro contrattacco non è stato efficace come al solito perché con una formazione anomala come quella della Spes bisogna saper leggere bene le varie situazioni perché a muro non hanno nessuna giocatrice debole".

Come giudichi la prestazione della Radulovic?
"Mi riferisco a lei quando parlo di maggiore lucidità. Bojana ha faticato nei primi due set perché tutte le attaccanti avevano percentuali basse ma quando ha cominciato a leggere nel modo giusto il muro delle venete tutta la squadra è cresciuta".

Ora la sfida contro Santeramo che vale una stagione. Si prevede un'accoglienza molto calda…
"Non temo il pubblico di Santeramo – conclude Guidetti – perché siamo abituati a giocare di fronte ad un palazzetto molto caloroso. Dobbiamo fare tesoro della vittoria contro Conegliano e affrontare questa sfida con la massima umiltà. Arriviamo in buone condizioni mentali e fisiche, non dobbiamo vederla come l'ultima spiaggia perché comunque rimangono altre due gare. In più da Altamura arriveranno dei vecchi amici a sostenerci, non avremo proprio tutti contro".

Ufficio Stampa [pagebreak]

Mercoledì 25 marzo al Palayamamay (ore 18.30) è in programma una conferenza stampa per la presentazione della nuova sede della Futura Volley Busto Arsizio, ricavata proprio all'interno dell'impianto di viale Gabardi. Alla presenza di società, squadra, istituzioni e mass-media verranno inaugurati dunque i nuovi spazi, per i quali i lavori di approntamento e arredamento sono appena terminati. La presentazione della nuova sede sarà anche occasione per ufficializzare il nuovo importante contratto di utilizzo del Palayamamay e di denominazione (con Inticom Spa) a tutto il 2014, in accordo con Agesp Servizi.
Infine ecco l'indirizzo e i contatti della nuova sede (operativa e legale) di Futura Volley:21052 Busto Arsizio (VA) – Via Maderna n. 20

Sabato pomeriggio (ore 18 Diretta SkySport2) andrà in scena al Palayamamay la partitissima della undicesima giornata di ritorno tra Yamamay Busto Arsizio e Asystel Novara, una gara tra due delle formazioni più brillanti del momento. Nell'ultimo turno infatti le biancorosse di Parisi hanno sconfitto la Despar Perugia a domicilio, mentre le piemontesi hanno interrotto, in casa, la striscia vincente delle campionesse d'Italia in carica della Scavolini Pesaro. Insomma, un incontro da non perdere, per il quale la società biancorossa ha stabilito i seguenti prezzi e promozioni:

Curva/2°anello: 4 euro (bambini fino a 10 anni: gratuito)
Primo anello: 8 euro (ragazzi da 10 a 14 anni 5 euro, bambini fino a 10 anni gratuito)
Parterre: 16 euro (ragazzi da 10 a 14 anni 10 euro, bambini fino a 10 anni gratuito)

Non e' prevista prevendita. I tagliandi verranno venduti e distribuiti esclusivamente sabato 28 marzo al Palayamamay, a partire dalle ore 16.

Per tutti i settori PROMOZIONE SOCIETA' SPORTIVE: ogni 3 biglietti uno in omaggio (ad esempio un gruppo formato da atlete, dirigenti, allenatori, accompagnatori per un totale di 60 persone paga 40 biglietti).
Per gruppi superiori a 20 persone segnalare in anticipo la propria presenza mandando una mail a yama-novara@volleybusto.com oppure chiamando il 334/1000976.

Per i gruppi ORATORIALI: ingresso gratuito al settore 2°anello. Per gruppi superiori a 20 persone segnalare in anticipo la propria presenza mandando una mail a yama-novara@volleybusto.com oppure chiamando il 334/1000976.

Ufficio Stampa
[pagebreak]

Ed ecco finalmente la Final Four di Champions League in arrivo. Dopo la vittoria conquistata ieri a Vicenza, la Foppapedretti Bergamo può finalmente concentrarsi sul prestigioso trofeo continentale che verrà assegnato nel fine settimana a Perugia, in casa delle detentrici che saranno proprio le prime avversarie delle rossoblù nella semifinale di sabato.
Atlete e tecnici si ritroveranno in palestra domani mattina, per una seduta in sala pesi, e nel pomeriggio al PalaNorda per l’allenamento tecnico.
   
FINAL FOUR CHAMPIONS LEAGUE. I biglietti per assistere alla Final Four della CEV Indesit Champions League prenotati presso il Volley Bergamo saranno distribuiti sabato alle 16.00 nell’atrio del PalaEvangelisti da un rappresentante del Volley Bergamo.

BIGLIETTERIA. Sono in vendita negli Index Point i biglietti per assistere al posticipo della ventiquattresima giornata del Campionato Italiano in programma al PalaNorda mercoledì 1 aprile alle 20.30. I biglietti per la sfida tra Foppapedretti Bergamo e Scavolini Pesaro saranno disponibili nelle prevendite fino alle 24.00 di martedì 31 marzo.

IN TV E IN RADIO. Confermatissimi gli appuntamenti settimanali in tv e in radio con i colori rossoblù. Giovedì alle 21.30 e venerdì alle 18.45 in replica, su Bergamo TV, il salotto di “Sottorete con la Foppapedretti” per i commenti sulla gara disputata a Vicenza e tutte le anticipazioni sulla Final Four di Champions League.
In musica, invece, la domenica sera di Radio Number One: Indre Sorokaite condurrà, insieme a Miky Boselli, “Number One Smash”, la classifica delle dieci canzoni più gettonate della settimana, dalle 20.00 alle 21.00.

PROGRAMMA SETTIMANALE
LUNEDI’
RIPOSO
MARTEDI’
09.30 Centro Sportpiù – CURNO | Seduta Pesi
16.00-18.30 PalaNorda – BERGAMO | Seduta Allenamento Tecnico
MERCOLEDI’
15.00-18.30 PalaNorda – BERGAMO | Seduta Allenamento Tecnico
GIOVEDI’
13.30 Partenza per Perugia
VENERDI’
15.00-16.30 PalaSport – PERUGIA | Seduta Allenamento Tecnico
SABATO
09.30-10.30 PalaSport – PERUGIA | Seduta Allenamento Tecnico PreGara
17.30 PalaSport – PERUGIA | PERUGIA-BERGAMO | Semifinale Champions League

Ufficio Stampa [pagebreak]

Sconfitta con molte attenuanti per una Pro Volley Team Modica in piena emergenza nella ventesima giornata del girone D del campionato di serie B1 femminile: la formazione biancorossa, senza Presicce dall’inizio e con Caschetto fuori causa a partire dalla seconda frazione di gioco, ha ceduto in tre soli parziali nonostante una prestazione coriacea nel primo set con il Caffè Monet San Giorgio del Sannio. Una sconfitta che non cambia niente nella tranquilla corsa verso la salvezza per la compagine del presidente Garofalo a sole sei giornate dalla conclusione di un campionato atipico visti i ritiri di due società, il grande livellamento verso la parte alta della graduatoria, i cambi di tecnici e le variazioni di organico in più di una formazione con una serie di novità settimana dopo settimana.

Dopo le tre sconfitte contro tre delle formazioni più quotate della classifica, Pontecagnano, Potenza e Soverato, la squadra modicana allenata da Rossano Bertocco non ha saputo invertire la tendenza negativa presentandosi a S. Giorgio del Sannio in piena emergenza  dovendo rinunciare a Presicce, precauzionalmente a riposo, con il libero Pietrangeli non ancora in perfette condizioni fisiche, ma stoicamente in campo e dovendo rinunciare in fine anche ad una debilitata Caschetto definitivamente out dal secondo set. Una sconfitta con una squadra solida e competitiva, vera outsider del girone, ma con un primo set lottato punto su punto, con una Pro Volley Team entusiasmante in difesa, ma con qualche errore di troppo nella fase finale del parziale.

La PVT Pam Club Modica si è presentata al confronto con il Caffè Monet schierando in regia la capitana Ghisleni con Di Cecca opposta, al centro Corallo e Ciotoli, in banda una giovanissima coppia di schiacciatrici, Paolino classe 1990 e Caschetto classe 1991, con Pietrangeli nel ruolo di libero. Il Caffè Monet S. Giorgio ha recuperato in pieno l’organico e ha mandato in campo Mezzapesa in palleggio con opposta la brasiliana Pereira, al centro Ciacca e Carlozzi, schiacciatrici Riontino e De Dominicis con Pericolo libero. Già nel primo set coach Bertocco gioca la carta Zambelli per alzare i centimetri della prima linea ed il cambio è produttivo, le modicane tengono testa e conducono nel punteggio, Di Cecca e Caschetto diventano protagoniste in attacco, Ciotoli e Corallo firmano un ace, Pietrangeli si esalta con una serie di recuperi difensivi, ma non basta perché gli errori nel finale del set consegnano la frazione di gioco alle padrone di casa.

Nel secondo set una Caschetto debilitata deve abbandonare il match e le biancorosse non trovano più il bandolo della matassa soffrendo particolarmente in ricezione e non trovando le giuste contromisure a muro. Non basta il positivo inserimento di Saltalamacchia per il giro di seconda linea, la PVT Pam Club Modica va spegnendosi progressivamente e lascia spazio alla vittoria delle sannite trascinate dalla limpida regia di Mezzapesa.

La Pro Volley Team Modica sarà chiamata adesso ad affrontare il doppio delicato impegno con Rossano in casa e Montesilvano in trasferta per provare a concludere nella maniera migliore questa parte finale della stagione, due partite prima della sosta di Pasqua che potrebbe dare un responso ormai definitivamente positivo per le modicane nella corsa verso una meritata salvezza.

Caffè Monet S. Giorgio del Sannio – PVT Pam Club Modica 3-0 (25-20/25-15/25-16)

Caffè Monet S. Giorgio: Pericolo (L), Ciacca 8, Stabile 0, De Dominicis 8, Pereira 6, Carlozzi 12, Mezzapesa 8, Riontino 15, Montemurro 0, Colella, Manganiello. All. Lombardi

PVT Pam Club Modica: Caschetto 3, Ciotoli 2, Di Cecca 11, Ghisleni 1, Zambelli 8, Corallo 3, Paolino 4, Pietrangeli (L), Cavarra, Saltalamacchia, ne: Presicce. All. Bertocco – Piazzese

Arbitri: Avallone – Talento

Ufficio Stampa

Monte Schiavo Banca Marche Jesi: Nesic analizza la vittoria su Cesena Pag 1

Minetti Vicenza: incassato il verdetto si pensa al finale di stagione Pag 2

Famila Chieri: Guidetti commenta il successo su Conegliano Pag 3

 
Yamamay Busto Arsizio: mercoledì la presentazione della nuova sede, sabato il derby con Novara Pag 4
 
Foppapedretti Bergamo: inizia la settimana che porta alla Final Four di Champions League Pag 5

Serie B1 gi.D: PVT Pam Club Modica torna senza punti da S.Giorgio del Sannio Pag 6