Dopo aver conosciuto i calendari di A2 e in attesa del ritrovo per il raduno, la Liu-Jo Volley Carpi ha, anche, definito i numeri delle maglie, che appena pronte verranno presentate ufficialmente e in maniera, che viene annunciata come “originale”, ammicca il ds Davide Astarita, vista la loro particolarità, e non poteva essere diversamente visto il marchio di abbigliamento prestigioso che vi spiccherà in esclusiva sulla parte anteriore!

Le 12 atlete, ora definite al 100% con l’arrivo della giovane modenese Giulia Saguatti, “difenderanno” i colori carpigiani con questi numeri:

1 Lucia Bacchi – Schiacciatrice

2 Sara Paris – Libero

3 Giada Marchioron – Opposto

4 Alessandra Guatelli – Opposto

5 Saara Esko – Schiacciatrice

7 Francesca Giogoli – Palleggiatrice

8 Giulia Saguatti – Schiacciatrice

9 Monica Davolio – Libero

11 Elisa Magnani – Centrale

12 Maria Pia Romanò – Centrale

13 Valentina Sghedoni – Palleggiatrice

14 Daria Parenti – Centrale

 
Ma la Liu-Jo Volley Carpi non è solo prima squadra, fondamentale, ovviamente, per il traino del movimento ma anche stimolo all’emulazione da parte di tante giovanissime pallavoliste e aspiranti pallavoliste del territorio.

Anche gli ultimi acquisti della prima squadra,  infatti, e cioè Saguatti,  Magnani,  Sghedoni,  che sono giovani ma anche del territorio, dimostrano l'interesse della società sportiva a mettere profonde radici nel modenese e anche l'intenzione di segnare la strada per le giovani del vivaio.

"Abbiamo un vivaio che sta crescendo, – dice il presidente Rino Astarita – forte anche della collaborazione che portiamo avanti ormai per il terzo anno consecutivo con l'altra società di Carpi, La Mondial Quartirolo. Insieme riusciamo a gestire meglio tutte le squadre, con l'obiettivo di avere 2 squadre per ogni fascia di età e di conciliare l'aspetto agonistico che quello promozionale”.

Il ds Davide Astarita rafforza il concetto: “Credo sia importante che tutte queste giovani (che affollano anche il nostro palazzetto dello sport) vedano che in prima squadra c'è spazio per giovani del territorio. Vorremmo che si creasse in loro la consapevolezza che presto qualcuna di loro farà parte della serie A, anche perche non è un obbiettivo irraggiungibile. Come dirigenza stiamo lavorando per assicurare costanza nel lavoro e anche qualità, in funzione della serie A o di serie comunque di livello nazionale”.

 
Ma avere un settore giovanile valido comporta strutture organizzative e logistiche oltre ad adeguate risorse umane ed economiche. E Rino Astarita, il presidente della Liu-Jo Volley Carpi, da buon imprenditore locale sottolinea questi aspetti: “Gli investimenti del nostro club non sono indirizzati esclusivamente al vertice della nostra piramide, ma anche alla base. Per questo nella nostra palestra del liceo, grazie all'Amministrazione locale, l'anno scorso è stato posato un nuovo fondo in parquet per permettere alle giovani di allenarsi in una palestra migliore che le tuteli anche dal punto di vista fisico. Sarebbe un vanto sia per la società che per la città portare in prima squadra, ai massimi livelli della pallavolo italiana, un'atleta cresciuta nel vivaio. Poi, se riusciremo a dare costanza al nostro lavoro di ‘produzione’ di atlete per la nostra prima squadra e per squadre, magari del territorio, di buon livello, potremmo anche godere di un qualche recupero degli investimenti, di un possibile abbassamento dei costi per le atlete locali traghettate in prima squadra e di un rapporto di migliore con i club a cui dovessimo appoggiare ragazze da noi formate. Ma la cosa che mi entusiasma di più nel settore giovanile è creare un seguito importante per la prima squadra”.

 
E su questo non può non essere d’accordo il ds Davide Astarita: “La mia soddisfazione maggiore è vedere le nostre ‘bimbe’ tifare per le loro beniamine che hanno spesso occasione di incrociare nella palestre di allenamento.  E' per questo che come società proponiamo spesso iniziative aggreganti delle giovanili alla prima squadra, soprattutto in occasione delle trasferte dove non tutti avrebbero la possibilità di seguirci. Ripensando agli ultimi anni, in molti ricorderanno le trasferte di Busnago e Santa Croce. Oltre 100 tifosi con la squadra. Queste sono le grandi soddisfazioni di chi lavora dietro le quinte".

 
Per l'organizzazione del settore giovanile, oltre al D.S., lavora costantemente anche Guido Leporati, Responsabile del Settore Giovanile della Liu-Jo Universal Volley Carpi: "Il lavoro dei dirigenti di società, soprattutto giovanili, è un lavoro che ti lascia nell'ombra. Spesso la gente esterna non si rende conto di quanto lavoro bisogna fare per far funzionare tutto, tra iscrizioni ai campionati, tesseramenti, spostamenti gare, partite e organizzazione. Il lavoro mio e di Davide, in questo senso, è davvero senza fine. Le soddisfazioni arrivano quando vediamo contente le nostre ragazze, quando le vediamo attaccate a questo sport, quando escono sorridenti dalla palestra e quando ci regalano vittorie importanti. Ringraziamo, perciò, tutti gli allenatori del nostro settore giovanile che mettono passione e entusiasmo in quello che fanno e contibuiscono al successo del nostro progetto. Mi auguro di vedere sempre piu affollate le nostre palestre a partire dai centri di avviamento alla pallavolo, il cosiddetto minivolley, in modo da avere una base sempre più larga su cui contare in ottica futura con l’obiettivo che tutte queste ragazze realizzino il loro sogno sportivo (che sia la serie A o altre categorie) ma con ben inculacti i nostri valori di sportività e lealtà”.

Ufficio Stampa [pagebreak]

Parte la campagna abbonamenti per la prossima stagione sportiva della Cedat 85 San Vito. Il campionato di serie A2 femminile di volley prenderà il via – come è noto – ad ottobre ma i sostenitori della compagine sanvitese, che parteciperà per la terza volta nella sua storia a tale campionato, hanno fin d'ora la possibilità di assicurarsi la presenza al “PalaMacchitella” in occasione delle gare interne.

Per l'avvio della campagna, i dirigenti biancazzurri hanno stabilito di mettere a disposizione dei più solerti ed affezionati tifosi un numero limitato di abbonamenti a prezzi ulteriormente scontati. Per ottenerli, occorre prenotarsi entro il 15 settembre, recandosi presso la sede sociale sita in via Vito Oronzo Errico nn. 25-27, dalle ore 18 alle ore 20 di tutti i giorni feriali.

Quest'anno, abbonarsi – e, soprattutto, farlo subito – conviene ancora di più visto che in questo modo potrà abbattersi sensibilmente il costo del biglietto d'ingresso alle singole partite (aumentate rispetto al passato, perché la serie A2 vede la partecipazione di 16 squadre).

Gli uomini-mercato della Cedat 85 San Vito confermano, intanto, che entro il fine settimana sarà ufficializzato un altro, straordinario ingaggio. Si tratta di una attaccante di banda straniera che darà ancor più peso ad una squadra che fa già sognare i tifosi.

Ufficio Stampa

Liu-Jo Volley Carpi: ecco i numeri … di maglia (e che maglie!) Pag 1

Cedat 85 San Vito: Al via la campagna abbonamenti. In via di definizione l'ultimo colpo di mercato Pag 2