Quinta vittoria casalinga in altrettante partite per il Volley Club Cesena che sconfigge nel terzo tie-break stagionale una buonissima Cosmetal Recanati che ha messo a lungo in difficolta' le romagnole.
Sotto la direzione della coppia tutta al femminile formata da Giuseppina Circolo di Bolzano e da Marta Mesiano di Bologna, coach Bragagni e' costretto a rinunciare a Cancellieri. La formazione titolare vede quindi Farnedi palleggiatrice, Niero opposto, Suzzi e Bersani in posto 4, capitan Giovanetti e la rientrante Tomassini al centro e Montalti libero. Per la squadra ospite guidata da coach Paniconi la palleggiatrice e' Pantaloni, le schiacciatrici Musciano e Fedeli, le centrali Tomassetti e Rita, l'opposto Senigagliesi e il libero Rocchi (classe 1992).
PRIMO SET → Parte alla grande Cesena che vola 7-2 grazie ai colpi di una Bersani che si dimostra subito presente e Suzzi. Recanati pero' non molla e si riporta subito sotto. Si prosegue punto a punto fino al 19 pari. Qui lo scatto decisivo lo mette a segno la squadra ospite che si aggiudica cosi' il primo set. 25-23.
SECONDO SET → Nella seconda partita si vede finalmente un Volley Club all'altezza della situazione. Bragagni manda in campo lo stesso sestetto che ha perso il primo set, ma sembra che in campo ci siano 6 giocatrici diverse. Cesena prende il largo sin dall'inizio ai due tempi tecnici e' avanti prima 8-2 e poi 16-7. Nel finale Recanati cerca di rendere meno pesante il passivo e ci riesce. 25-19.
TERZO SET → Continua il periodo di grazia delle romagnole anche nel secondo set che questa volta dominano in lungo e in largo, in tutti i fondamentali. Irresistibili Suzzi, Bersani e Niero in attacco e in battuta. Paniconi le tenta tutte gettando nella mischia anche Africani, Sampaolesi e capitan Mengascini, ma non cambia sostanzialmente nulla. 25-14.
QUARTO SET → Nel quarto set, parte viceversa con maggiore convinzione Recanati, mentre Cesena sembra un po' cullarsi sul buonissimo gioco dei due set precedenti. Le ospiti guidata da Tomassetti prendono qualche punto di vantaggio. La squadra di Bragagni rientra fino a trovare la parita' a quota 15. Al rientro dal secondo tempo tecnico, Cesena perde un punto per un incomprensione tra la nuova entrata Battistini e Tomassini e si spengono le speranze di aggiudicarsi il bottino pieno. Recanati prende il largo realizzando un parziale di 7 punti consecutivi e rimanda i giochi al quinto set. 25-18.
QUINTO SET → Cesena comunque non demorde e parte alla grande nel tie-break. Al cambio di campo e' avanti 8-3 e poi vola fino all'11-4. Recanati non si da' per vinto e anche grazie all'ingresso in campo dell'opposto titolare Serenelli si riporta in corsa. Si arriva fino al 13-11, ma le marchigiane non riescono a effettuare l'ultimo passo per raggiungere la parita'. Sulla battuta in rete di Mengascini si infrangono le speranze ospiti e la gioia di giocatrici e pubblico locale puo' finalmente esplodere. 15-12.
Difende la propria imbattibilita' interna il Volley Club che pur soffrendo riesce ad ottenere la terza vittoria stagionale al tie-break. Da una parte dimostra ancora una grande forza e tenacia nel non darsi mai per battuta, dall'altra evidenzia ancora un eccessiva altalenanza di prestazioni, anche all'interno della stessa gara.
Miglior giocatrice dell'incontro e' la centrale di Recanati Marianna Tomassetti, autrice di una grande partita soprattutto in attacco, ma anche a muro e in battuta. Nelle fila cesenati benissimo Giorgia Bersani, soprattutto nei parziali centrali e nel quinto set, non a caso quelli vinti dal Volley Club.
Nella prossima giornata, Cesena andra' a far visita alla capolista Filottrano (in coabitazione con Viserba) in una delle trasferte piu' difficili e in uno dei palazzetti piu' caldi dell'intero campionato.
Recanati, viceversa, ospitera' la Sirio Perugia, rivelazione di questo avvio con i suoi 14 punti.

CESENA: Suzzi 18, Montalti (libero), Tomassini 6, Giovanetti 10, Piazza, Bersani 21, Niero 20, Farnedi 1, Fabbri ne, Battistini, Amadori ne. All. Bragagni
RECANATI: Africani 3, Serenelli 3, Marchetti ne, Tomassetti 23, Sampaolesi 1, Paoloni 4, Musciano 10, Mengascini, Rita 11, Fedeli 8, Rocchi (libero), Senigagliesi 5, Pantaloni 5, Morgoni ne. All. Paniconi
NOTE: Spettatori 200 circa. Muri 8-12. Errori 17-19. Battute vincenti 11-6. Battute sbagliate 6-9.

ALTRE PARTITE: Solarolo – Filottrano 1-3, Castelfidardo – Bastia 0-3, Moie – Voghiera 3-2, Viserba – San Patrizio 1-3, Porto Recanati – Ternana 3-0, Pesaro – Corciano 3-0, Perugia – Lucrezia 3-1.
CLASSIFICA: Viserba e Filottrano 21, San Patrizio 20, Porto Recanati 18, Perugia 14, Cesena e Bastia 12, Ternana e Voghiera 11, Recanati 10, Pesaro 8, Lucrezia 7, Solarolo 5, Castelfidardo e Corciano 3.

Ufficio stampa [pagebreak]

Crovegli, sei stata grande comunque

In una palestra Matilde di Canossa gremita in ogni ordine di posto (oltre 500 spettatori) le ragazze di Di Toma lottano col cuore ma cedono 3-1 alla corazzata S. Croce

 

Crovegli Cadelbosco-Biancoforno S. Croce 1-3 (23-25, 25-23, 12-25, 21-25)

Crovegli Cadelbosco: Nale 18, Ginanneschi 17, Bottini (L), Lancellotti Enrica ne, Pellegrini 7, Levoni ne, Fiori 1, Lancellotti Elisa 4, Conti 3, Gennari 3, Puglisi 13. All. Di Toma

Biancoforno S. Croce: Rocca, Romeo (2° L), Paolini 15, Giovanelli 9, Puccini 16, Swiderek 4, Castellano 1, Martino 7, Banchieri 15, Buiatti, Puerari (L). All. Baraldi

Arbitri: Rocca e Colella

Note Crovegli: ace 7, service error 15, muri 11, ricezione 74%, attacco 31%.

Note S. Croce: ace 1, service error 8, muri 12, ricezione 64%, attacco 39%.

 

Alla Crovegli non basta un cuore grande come una casa per portare a casa almeno un punto contro la corazzata del campionato, la Biancoforno Santa Croce guidata in panchina da coach Davide Baraldi.

Finisce 3-1 in favore delle toscane lo scontro d’alta quota giocato in una palestra Matilde di Canossa gremita in ogni ordine di posto (oltre 500 spettatori…). Uno spettacolo straordinario per la pallavolo femminile reggiana, di cui la Crovegli ha confermato di essere la massima espressione. Una partita fantastica, due ore di grande volley che hanno premiato probabilmente la squadra più forte, ma hanno messo in risalto anche il valore di Pellegrini e compagne, che giocando in questa maniera possono andare lontano in questo campionato, molto lontano.

Infuria la battaglia, sin dai primi scambi. La Crovegli trova in Daniela Ginanneschi uno straordinario riferimento in attacco, e dei primi 12 punti messi a segno dalle giallorosse, ben 7 portano la firma del martello targato Crovegli.

Non basta la prestazione “monstre” di Daniela per rimanere aggrappate ad una Biancoforno che con l’ace di Paolini trova il massimo vantaggio sul 12-17.

E allora, dentro Agnese Fiori per la battuta, e la prima “magia” di coach Di Toma ha subito effetto: due servizi micidiali della banda e il muro di Pellegrini firmano il mini-break di 3-0 che riporta sotto Cadelbosco (15-17).

Poi va in battuta Lucia Nale, ed è ancora show: doppio ace dell’argentina ed è 18 pari in un lampo. Parità che persiste sino al 22-22 firmato Ginanneschi, con difese miracolose e scambi interminabili.

Puccini mette a terra il pallone chiave del 22-24, non basta Nale per rimanere in vita ad una Crovegli che cede il primo parziale di misura: 23-25.

Secondo round e sono ancora emozioni, da una parte e dall’altra.

Il Benedetta Puglisi show comincia in attacco, prosegue a muro e si conclude al servizio con l’ace che porta le giallorosse avanti sino al 14-12. Anche Gennari prova ad entrare in partita, ma Paolini risponde da par suo: 16-18.

Nale stoppa Puccini per il 20 pari, poi è ancora Fiori a cambiare la storia del set: ace del 22-21, poi ci pensa Gennari a mantenere il vantaggio per arrivare a due palle set Crovegli sul 24-22. E’ l’errore in battuta di Castellano a scrivere la parola fine su un set che le ragazze di Di Toma portano a casa con un 25-23 che vale l’1-1.

L’avvio del terzo parziale è però da incubo per una Crovegli che pare aver lasciato la testa in panchina. Il break in battuta di Puccini è mortifero: 2-10!

Ci provano le due baby, Puglisi e Gennari, a riequilibrare il set con un contro-break di 4-0 (6-10), ma Santa Croce non si fa sorprendere e vola via con la coppia Banchieri-Puccini: 6-14, che diventa 9-20 prima della chiusura delle toscane sul 12-25 che manda tutti al quarto set.

E qui ritroviamo la vera Crovegli, che lotta col cuore e con la determinazione della grande squadra: l’ace di Puglisi vale il 6 pari, ma non basta una grandissima Bottini per rimanere vicini a Santa Croce, che allunga sino al 6-9 con il muro di Giovanelli su Nale.

Pellegrini e una Conti stoica (il problema alla spalla l’ha limitata moltissimo, ma nel 4° set è stata una grande protagonista) riportano la Crovegli sino al 10 pari.

Ginanneschi, Nale, Ginanneschi di nuovo, Conti, Pellegrini. Crovegli e Biancoforno si prendono a ceffoni a più non posso, ma alla seconda pausa tecnica le padrone di casa comandano di 1 lunghezza (16-15).

Quando però Banchieri accende il turbo, per le giallorosse è durissima stare dietro ad una Biancoforno che scappa via sino al 19-22. L’incredibile punto in palleggio firmato da Paolini chiude di fatto la gara (20-23), anche se una grande Puglisi prova a tenere vivo un match che si spegne sulla murata subita da Nale per il 21-25 finale.

Ma che spettacolo, signore e signori… 
*************************************
Reggio si è innamorata della Crovegli
Successo di pubblico straordinario per l’esordio casalingo alla Matilde di Canossa. E coach Di Toma rilancia: “Andiamo a San Donà con la stessa convinzione messa in campo contro Santa Croce”

E’ stata una giornata indimenticabile, per la pallavolo femminile reggiana e per la Crovegli Volley. Una giornata che non è culminata con la vittoria delle ragazze di coach Federico Di Toma, ma è rimasta comunque nella storia della società di patron Walter Crovegli.
Quasi seicento spettatori per l’esordio delle giallorosse nell’impianto cittadino della palestra Matilde di Canossa, un successo di pubblico straordinario per una partita di serie B1 che conferma la validità della scelta compiuta dal club giallorosso di spostarsi a Reggio Emilia per le partite casalinghe di Pellegrini e compagne.
Un’atmosfera incredibile quella che ha accompagnato Crovegli e Biancoforno S. Croce nel big-match della 4^ giornata del girone B del campionato di B1 femminile.
E’ finita 3-1 in favore della corazzata toscana (che prosegue in testa alla classifica a punteggio pieno), ma questa Crovegli ha convinto tutti, nonostante abbia subito la seconda sconfitta consecutiva dopo quella di Fontanellato.
“Proprio così, non è mai bello tornare a casa senza alcun punto, ma questa volta non posso che essere felice della prestazione delle ragazze – analizza coach Federico Di Toma.
Abbiamo tenuto testa alla grande ad una squadra eccezionale qual è Santa Croce, arrivando ad un passo dal portarle al tie-break.
Le abbiamo fatte sudare e non poco, quando nelle partite precedenti le altre squadre faticavano ad arrivare ai 15 di ogni parziale. Sono contento della crescita globale della squadra, questo è un aspetto molto importante considerando anche la giovanissima età di alcune delle nostre giocatrici”.
Con l’utilizzo part-time di Conti infatti, in campo c’erano due ’91 (Lancellotti e Gennari) e una ’92 come Benedetta Puglisi.
“Appunto, e mi piace sottolineare la prestazione di Benny. E’ una ragazza che migliora giorno dopo giorno, ha tanti margini di miglioramento e per essere al primo campionato di B1 da titolare, sta facendo grandissime cose. Stesso discorso vale per Elisa (Lancellotti, ndr) e Alessia (Gennari, ndr), entrambe alla quarta partita assoluta in questa categoria”.
E poi mancava una certa Alessia Conti…
“Conosciamo tutti il suo valore, pertanto il suo utilizzo part-time per il problema alla spalla non ci ha di certo aiutato. Confidiamo di averla al meglio nel giro di poco tempo, è una giocatrice troppo importante per noi”.
Valeria Bottini, 88% di positività in ricezione. Commenti?
“Beh, c’è davvero poco da aggiungere a questo dato. Valeria ha giocato una grandissima partita. Sono davvero contentissimo per lei, si meritava una soddisfazione del genere in una partita di questo livello.
Per vincere gare del genere, dovremo crescere ancora un pò in alcuni aspetti del gioco, ma siamo sulla buona strada”.
E sabato tutti a San Donà di Piave.
“Affrontiamo l’ultima della classe, è vero, ma per portare a casa 3 punti che per noi sono importantissimi dovremo avere la stessa determinazione e concentrazione messa in campo contro Santa Croce. Non è facile giocare sempre al massimo anche contro squadre più “umane” del Biancoforno, ma dobbiamo riuscirci per andare davvero lontano in questo campionato”.

Ufficio stampa [pagebreak]

L’Aics Iperstore.net Forl finalmente si sblocca e supera per 3-0 la Service Med San Donà. Una gara che le ragazze di coach Andrea Simoncelli hanno interpretato nel migliore dei modi, riuscendo anche a resistere ai tentativi di rimonta di una formazione veneta che, al di là della giovanissima età delle sue componenti, ha dimostrato di avere le qualità per abbandonare in fretta l’ultimo posto in classifica. Un successo netto (27-25, 25-20, 25-21) dove le forlivesi sono state molto brave anche nei finali di set a mantenere la giusta lucidità. Sugli scudi Carol Zuccarini, best scorer del match con 21 punti personali, ma molto bene anche Francesca Amorotti autrice di 12 punti dei quali 6 sono arrivati grazie alle sue doti a muro. In crescita Morolli, che pian piano sta prendendo in mano la squadra, e passi avanti sono stati mostrati anche da Venturi e Antonucci. Nella fila venete sicuramente di rilievo la prestazione offensiva del martello Rossini (17 punti).
La partita in sintesi. Nel primo set la gara per l’Iperstore.net appare in netta discesa. Zuccarini e Socci scavano subito un divario importante (4-1, 6-2, 17-12), ma quando il parziale sembra ormai vinto ecco che San Donà si rialza. Le venete, aiutate da un momento di calo delle locali, ma anche dalla crescita di Rossini (8 punti nel set) recuperano fino al 23 pari e portano il parziale ai vantaggi. L’Aics, però, non molla e alla terza occasione, con Amorotti, chiude vittoriosamente la frazione per 27-25. Il secondo set è molto simile al precedente. Forlì scatta al via (6-2, 16-10, 21-15), ma ancora una volta le ospiti provano a mettere pressione approfittando anche dei troppi errori delle romagnole nel parziale (8). Questa volta, però, Zuccarini e compagne sono più attente e con Antonucci evitano ogni pericolo vincendo il set per 25-20 e portandosi sul 2-0. Nel terzo, infine, la Service Med resta in lina di galleggiamento fino a metà frazione (10-10, 16-13), poi l’Iperstore.net tenta la spallata decisiva si porta avanti per 19-14. Le venete non si arrendono e raggiungono il -2 con Rossini (21-19), ma l’Aics ha ormai il vento in poppa e grazie a un ace fortunoso di Morolli chiude set (25-21) e incontro (3-0) festeggiando così la prima vittoria stagionale.
 
Questo il tabellino dell’incontro:

Iperstore.net Forlì-Service Med San Donà 3-0 (27-25, 25-20, 25-21)
IPERSTORE.NET: Morolli 2, Venturi 4, Amorotti 12, Zuccarini 21, Socci 7, Antonucci 10, Menghetti (libero), Candi 3. N.e.: Babbi, Bevoni, Michelini All.: Simoncelli.
SERVICE MED: Marangoni 3, Miola 3, Rolla 6, Rossini 17, Rigoni, Zanotto 11, D’Ambros (libero), Codial 4, Santin 4. N.e.: Pasquot. All.: Giannetti.
ARBITRI: Licchetti e Liberato.
NOTE: Iperstore.net ace 7, battute sbagliate 4, muri 12, errori 14.  Service Med ace 4, battute sbagliate 6, muri 1, errori 12. Durata set: 28’. 24’, 25’.

Ufficio stampa
 

Volley Club Cesena: vittoria casalinga Pag 1

Crovegli Cadelbosco-Biancoforno S. Croce 1-3 (serie B1 femminile gir. B) Pag 2

Volley B1 donne B: Prima vittoria per l'Iperstore.net Forlì Pag 3