Busto Arsizio la spunta di strettissima misura (tre set a due, 107 a 107 il conteggio dei punti) su un Piacenza che malgrado una situazione infortuni decisamente negativa va in vantaggio due set a zero e dà fino all'ultimo l'impressione di potercela fare.

LA CRONACA

La serata inizia con Kaczor e Wensink che restano in tuta e saltano anche il riscaldamento per colpa degli acciacchi rimediati.  Numeroso il pubblico arrivato da Busto Arsizio da cui sono partiti due pullman di tifosi.

Dopo un avvio a favore di Busto (3-7) la RebecchiLupa riagguanta il pari (9-9). Si lotta punto a punto fino al 15-15 poi è Piacenza a metteri in mostra (19-16). Busto riaggancia (22-22) ma Piacenza reagisce molto bene e chiude sul 25-22.

Il secondo set si apre con un 6-0 a favore di Piacenza. Busto prova a rimontare  ma la RebecchiLupa mantiene le distanze e si arriva al 21-14. Vani i tentativi di rimonta di Busto, il set si chiude  25-20.

Il terzo set si gioca sul filo del rasoio con continui cambi di fronte. Dopo il secondo stop tecnico (15-16) Piacenza prova a scappare via (18-16, 19-17). Busto sfodera un grande finale ed accorcia il conto set (21-25).

Nel quarto set parte bene Piacenza (6-2, 9-6) ma Busto ribalta la situazione (10-12) e prende il largo (15-19). Il set sembra avere destino segnato (16-20) ma Piacenza trova la zampata  per riaprire i conti (21-21). Si arriva fino al 23 pari, poi Busto chiude i conti (23-25).
 
Il tie break vede subito avanti Busto (4-7) ma Piacenza non molla (6-7). Busto riparte (6-9), Piacenza riaggancia (8-9). Ancora Busto allunga (9-12) ma Piacenza pareggia (12-12). Si arriva fino al 13 pari, i due punti decisivi sono di Busto.

RebecchiLupa Piacenza – Yamamay Busto Arsizio 2-3 (25-22, 25-20, 21-25, 23-25, 13-15).

Punti totali 107-107. Durata set: 29', 26', 29', 31', 19',  tot 2h14'. Spettatori  1100 circa, incasso 2400 Euro.

RebecchiLupa Piacenza: Mazzocchi, Croce (L), Dall'Ora 11, Borrelli 24, Nicolini 14, Beier 13, Jerkov 16, Rondon 7. Non entrate Kaczor, Kajalina, Katic, Wensink. All. Caprara.

Yamamay Busto Arsizio: Fernandinha 2, Valeriano, Kim, Turlea 17, Kovacova 1, Decordi 1, Campanari 17, Borri (L), Crisanti 13, De Luca 13, Havelkova 15. All. Parisi.

Arbitri: Alberto Falzoni di Bologna e Diego Pol di Corbanese di Terzo (TV)

Premio Cantine Valtidone per la Miglior Giocatrice (MVP): Valentina Borrelli

Note: Battute vincenti 3-4, errate 9-11, muri punto 19-12. ricezione positiva 59%-62%, perfetta 42%-34%. Positività attacco 37%-33%.

Ufficio Stampa [pagebreak]

Vittoria in rimonta per la Yamamay Busto Arsizio al Pala Anguissola di Piacenza contro la Rebecchi di coach Caprara. Sotto due a zero e in evidente difficoltà di fronte alla enorme determinazione delle padrone di casa, guidate da una super Borrelli, Borri e compagne non si sono disunite ed hanno saputo invertire il trend del match. Dal terzo parziale Campanari e Crisanti hanno suonato la carica, riuscendo, nei momenti decisivi, a trovare gli sprazzi vincenti. Nel tie-break, tinto di biancorosso con una Fernandinha lucida nonostante i metri di corsa, Beier ha provato a riaprire i giochi, realizzando tre punti consecutivi che hanno rimesso tutto in discussione sul 12-12. Nel finale determinanti Turlea, sempre pronta nei momenti decisivi, e Crisanti, il cui attacco ha chiuso la gara.

La cronaca: Parisi schiera la formazione tipo, mentre Caprara è costretto a inserire Nicolini al centro per l'infortunata Wensink e Jerkov per Kaczor. Le farfalle partono bene con Turlea e Crisanti, che firma il primo 5-8 (per la Rebecchi bene proprio Laura Nicolini). Croce si esalta in difesa e Jerkov accorcia (7-8), Borrelli ed il muro di Nicolini pareggiano (9-9); Borrelli supera (10-9), poi Turlea e De Luca rimediano (11-12), poi si procede a braccetto fino al 16-15 firmato Jerkov, dopo il muro di Havelkova. Rondon realizza l'ace del 17-15, Borri e De Luca fanno magie in difesa ma la Rebecchi allunga con Dall'Ora e Beier (19-16 tempo Parisi). Havelkova da 4 e Fernandinha al servizio recuperano (19-18) e Caprara interrompe il gioco; Borrelli tira la clavata del 20-18, Campanari risponde subito (20-19, dentro Valeriano in seconda linea); Jerkov con un grande attacco fa 21-19, Turlea tiene accesa la speranza (22-22), ancora Jerkov in pallonetto tiene avanti la Rebecchi (23-22 time-out Parisi). Di nuovo Jerkov trova il 24-22 e chiude sfruttando una ricezione sbagliata bustocca (25-22). Secondo set: Parisi deve subito interrompere il gioco (4-0 con Beier scatenata), la Rebecchi arriva al 6-0 con Nicolini e Borrelli. Havelokova tira l'ace del 6-2 e favorisce il 6-3 di Campanari, ma Borrelli e Jerkova fanno suonare la sirena dell'8-3; sul 10-4 Parisi inserisce Decordi per De Luca, Nicolini mura l'11-4. La Yamamay inserisce Kim e Kovacova per Turlea e Fernandinha; Kim batte ed alza bene, Decordi attacca il 12-7, poi Jerkov attacca in rete e Caprara chiede tempo (12-8). Kovacova tira il ben lungolinea del 14-9, ma Piacenza arriva presto al 16-10 con Jerkov. Sul 19-12 rientrano Fernandinha e Turlea, Crisanti e Campanari accorciano (19-14); sul 21-14 rientra anche De Luca, Crisanti di nuovo prova il recupero (22-17), ma Borrelli chiude presto (25-20). Terzo set: due muri di Dall'Ora lanciano la Rebecchi, ma la Yamamay si ricompone e supera con Crisanti (6-7), arrivando per prima all'8 con de Luca (7-8). Il pareggio delle padrone di casa arriva con Beier (9-9), Borrelli mura De Luca e ottiene il vantaggio (10-9), poi si procede in parità fino al 15-16 con molti errori da una parte e dall'altra. Borrelli interrompe l'equilibrio e fa chiamare tempo a Parisi (18-16), poi Havelkova trova due attacchi vincenti e ripareggia (19-19, time-out Caprara). Il muro di Campanari risponde a Borrelli (20-20), poi la stessa centrale bustocca trova il 20-22, ed il 21-23, De Luca mura il 21-24 e Jerkov spara out il 21-25. Quarto set: Dall'Ora e Borrelli spingono subito sull'acceleratore, Jerkov tira l'ace del 6-2 che fa chiamare tempo a Parisi; Campanari attacca e mura (6-5), ma Borrelli è davvero instancabile e porta la Rebecchi all'8-5. Campanari, De Luca e Turlea recuperano (9-8), la stessa romena pareggia (10-10); Fernandinha a muro sorpassa (10-11), De Luca allunga con un bel lungolinea (10-12 tempo Caprara). Turlea tiene il +2 (12-14), Havelkova mura ed allunga (12-15), Campanari fa suonare la campana (13-16). La centrale di Frosinone mura anche il 15-17, Havelkova tira dai 9 metri la bomba che vale il 15-18 (tempo Caprara); Campanari mura il 16-20, Piacenza non ci sta (18-20 muro Jerkov, 19-21 Nicolini) e pareggia con due muri di Dall'Ora e Rondon (21-21). Nel finale Havelkova sfonda e fa 22-23, Jerkov sbaglia la battuta e regala il 23-24, Campanari chiude a muro ed allunga al quinto (23-25). Tie-break: Turlea e De Luca sfruttano l'ottima vena di Fernandinha, precisa nonostanti le grandi corse (4-7), ma Jerkov e Dall'ora recuperano qualcosa (6-8); dopo il cambio campo Havelkova arriva al 7-10, ma Beier e Borrelli nn ci stanno (9-10 tempo Parisi). Campanari sigla la doppietta del 9-12, ma Beier con tre punti consecutivi riporta sotto la Rebecchi (12-12 tempo Parisi). Al rientro in campo Turlea affonda il 12-13 ed il 13-14, Crisanti mette fine ai giochi (13-15).

Il tabellino

RebecchiLupa Piacenza – Yamamay Busto Arsizio 2-3 (25-22, 25-20, 21-25, 23-25, 13-15)

RebecchiLupa Piacenza: Mazzocchi, Croce (L), Dall'Ora 11, Kaczor ne, Borrelli 24,Nicolini 14, Petrucci ne, Stufi ne, Beier 13, Jerkov 16, Katic ne, Kajalina ne, Rondon 7, Wensink ne. All. Caprara. Battute vincenti 3, errate 9. Muri: 19 (7 Dall'Ora).

Yamamay Busto Arsizio: Fernandinha 2, Valeriano, Kim, Turlea 17, Kovacova 1, Decordi 1, Campanari 17, Borri (L), Crisanti 13, De Luca 13, Havelkova 15. All. Parisi. Battute vincenti 4, errate 11. Muri: 12 (4 Crisanti, 4 Campanari).

Spettatori: 1010 circa (150 da Busto Arsizio)

Ufficio Stampa [pagebreak]

Vittoria sofferta ma comunque vittoria per la Biancoforno che ha la meglio sul parma per 3-2. Oltre due ore di gioco serrato e combattuto, ma alla fine il verdetto è inappellabile: la Biancoforno si aggiudica la partita al tie-break e mantiene la prima posizione in classifica. Sul parquet del PalaLeoni entrambe le formazioni hanno avuto modo di dimostrare il loro valore e di giocare una gara difficile e, fino alla fine, incerta nel risultato. La partita inizia all'insegna di un perfetto equilibrio con le due squadre che si studiano e si fronteggiano (4-4). Poi il set passa nelle mani dello Stem Ascensori che non si lascia intimorire dalla prima della classe e va in vantaggio per 14-13. Provano le santacrocesi a ritrovare la parità (18-18) ma è ancora il Collecchio che, con un colpo di coda, si riporta avanti minaccioso (22-20). Nelle fila biancorosse  manca il giusto ritmo e soprattutto la precisione in battuta. Si intravedono solo le padrone di casa che si impongono per 26-24. Cambia marcia la Biancoforno alla ripresa del set e allunga subito per 0-4. Banchieri al servizio protegge il vantaggio. La supremazia santacrocese però si dimostra un fuoco di paglia perchè Ginanneschi guida le compagne e lotta palla su palla. Lo Stem così non solo si riavvicina pericolosamente ma spezza il gioco della Biancoforno, la costringe a forzare e passa a condurre per 16-14. Ancora suspence e alta tensione. Baraldi chiede maggior concentrazione e inizia la girandola delle sostituzioni. E' poi Castellano a firmare il 23-24 che, sommato al lungolinea successivo di Paolini, vale il set. Stesso copione anche nel terzo parziale con la Biancoforno che parte di gran carriera (3-6) e viene prontamente ripresa dal sestetto casalingo (10-12). Ma alle emiliane non basta giocare la partita della vita per avere la meglio sulle santacrocesi. Puerari fa gli straordinari e finalmente le biancorosse risorgono (21-25). Non si rassegna il team di Codeluppi nel quarto set e spinge fino alla vittoria per 25-21. Si riparte dal tie-break e la storia si ripete. L'ultimo atto se lo aggiudica la Biancoforno che, sul filo del rasoio non perdona e chiude per 7-15.

BIANCOFORNO S.CROCE: Rocca 11, Romeo ne, Paolini 21, Giovannelli 17, Puccini 3, Swiderek 4, Castellano 8, Martino 3, Banchieri 16, Buiatti 0, Puerari 0, Boldrini ne. All. Davide Baraldi e Stefano Sassi

STEM COLLECCHIO PARMA: Belfiore 16, Camellini 13, Montani 0, Cannarsa ne, Caschetto 2, Righelli 0, Baldelli 1, Francesconi 6, Cosci 4, Ginanneschi 21, Ronchetti 0, Secco 7. All. Andrea Codeluppi

parziali: 26-24, 23-25, 21-25, 25-21, 7-15

durata parziali: 29', 29', 29', '31, '12

Ufficio Stampa

RebecchiLupa Volley Piacenza: sconfitta contro Busto di stretta misura Pag 1

Yamamay Busto Arsizio: vittoria in rimonta a Piacenza Pag 2

Biancoforno S. Croce [B1 F. girone B]: vittoria al tie-break a Collecchio Pag 3