Andrea Pistola, in riferimento alla rosa messa ha disposizione dalla società, così si è espresso: "Credo che abbiamo costruito una squadra competitiva, miscelando gioventù, esperienza, entusiasmo. Se riuscissimo, valorizzando qualche atleta locale, ad individuare il secondo libero, avremmo sicuramente completato nel migliore dei modi l'organico. La società si aspetta qualcosa d'importante, abbiamo già fatto molto bene in campagna acquisti, speriamo che ciò sia di buon aspucio per il futuro". Nel giro di poco tempo dovrebbe anche concretizzarsi il nome del Main Sponsor, sul quale il Presidente Sacchi minimizza, poichè da buon amministratore dice: "Tutti gli impegni sin qui assunti, trovano comunque copertura nella fittisima rete di relazioni ormai consolidate che ci permettono di operare in qualsiasi condizione. A differenza di molti non abbiamo la tranquillità di un grande nome che ci affianchi nell'attività; Urbino è una grandissima città, con soli 15.000 abitanti la cui economia è prevalentemente dipendente da cultura e turismo di giornata, medie e grandi aziende sono ubicate altrove. La nostra forza e nella sana ed oculata amministrazione e nelle numerose relazioni intrattenute. Stiamo lavorando comunque per un main Sponsor che ci dia ulteriore tranquillità e qualità operativa."  

La Robur Tiboni Urbino, continua nella verifica di atlete per completare la "rosa" per affrontare il prossimo campionato. Domani al Pala Mondolce, Andrea Pistola e Tommaso Barbato verificheranno le capacità tecniche di alcune atlete provenienti da alcune società vicine ad Urbino che hanno manifestato la volontà di affrontare quest'esperienza di rilevante livello tecnico.

Seguono dichiarazioni del ct Andrea Pistoia (LVF)