Prenderà il via domani pomeriggio l’attesa serie di semifinale dei playoff promozione che vede protagonista il Cariparma Volley SiGrade.

Alle ore 18 la formazione allenata da Micoli scenderà in campo sul caldissimo campo del Brunelli Nocera Umbra, nella gara 1 di una serie che si preannuncia particolarmente combattuta e ricca di emozioni.

Emozioni che le due squadre hanno già regalato al pubblico presente a Piacenza lo scorso 22 marzo, in occasione dell’incredibile finale di Coppa Italia conquistata dal Cariparma SiGrade dopo cinque set combattuti fino alla fine.

1-1 invece il computo delle vittorie tra le due squadre dopo le due sfide di campionato (3-0 per Nocera all’andata, e 3-0 per Parma nel girone di ritorno); un dato che fa capire ancora di più la grande incertezza sul risultato finale della serie.

Entrambe le formazioni poi, sono state capaci di eliminare in due partite le rispettive avversarie nei quarti di finale.
Il Cariparma SiGrade ha sconfitto la Magic Pack Cremona con due 3-1 consecutivi, riuscendo a superare una squadra tutt’altro che rinunciataria.
Le perugine invece sono arrivate in semifinale dopo aver sconfitto la Sea Urbino. Con un doppio 3-0 a proprio favore, la squadra di Marasciulo ha confermato la candidatura per conquistare un posto nella massima serie.

Pur terminando la stagione regolare a pari punti con il Cariparma SiGrade, il Brunelli è riuscito a chiudere al terzo posto in classifica grazie al quoziente set favorevole,  precedendo così la squadra ducale.
La formazione umbra quindi avrà il vantaggio del fattore campo in questa serie, che si giocherà al meglio delle tre partite come già avvenuto nei quarti di finale (gara 2 mercoledì prossimo al PalaRaschi alle ore 20,30)

Le ducali sanno che per violare il parquet umbro sarà necessario giocare una partita praticamente perfetta, cercando di limitare le diverse bocche da fuoco che si troveranno di fronte. Dalla brasiliana Soraia, alla schiacciatrice di origini croate Mia Jerkov, che nelle ultime gare pare aver superato nelle gerarchie di squadra la belga Vindevoghel (altra atleta da non sottovalutare), senza dimenticare la schiacciatrice Chiara Di Iulio, capace di dare grande equilibrio al gioco perugino.

Nonostante il desiderio di rivalsa che animerà il Brunelli dopo la beffa subita in Coppa Italia, il Cariparma SiGrade partirà questo pomeriggio per l’Umbria a caccia dell’impresa, consapevole del proprio valore.
La squadra di Micoli infatti, sa che giocando al massimo delle proprie possibilità e mostrando il carattere che spesso l’ha contraddistinta questa stagione, nessun risultato è precluso.

Le formazioni

Brunelli Nocera Umbra: 1 Vinciarelli, 2 Stacchiotti, 3 Ambrosi, 5 Corbucci Peters, 6 Cruciani , 7 Vindevoghel, 9 Di Iulio, 10 Sacco, 11 Petrucci, 12 Renzi, 17 Jerkov, 18 Soraia. All. Marasciulo

Cariparma Volley SiGrade: 1 Cosci, 2 Gioria, 3 Conde, 6 Alberti, 7 Conti, 8 Cruciani, 9 Pisani, 10 Gibertini, 11 Ventura, 12 Cibele, 15 Senkova, 18 Elli. All. Micoli

Arbitri: Costantini di Vetralla (VT) e Valeriani di Roma
Palazzetto dello Sport di Nocera Umbra (PG),  ore 18

Il programma della semifinale tra Nocera Umbra e Parma:

– Gara 1: domenica 26 aprile,  ore 18
Brunelli Nocera Umbra vs Cariparma SiGrade  (Palazzetto dello Sport di Nocera Umbra)

– Gara 2: mercoledì 29 aprile,  ore 20,30
Cariparma SiGrade vs Brunelli Nocera Umbra  (PalaRaschi di Parma)

– Eventuale gara 3: sabato 2 maggio,  ore 20,30
Brunelli Nocera Umbra vs Cariparma SiGrade  (Palazzetto dello Sport di Nocera Umbra)

Ufficio Stampa [pagebreak]

Questo sarà un fine settimana importante per le giovanili dell’Esperia Cremona nel quale si decideranno alcune sorti per le formazioni giovanili rimaste in campo. La Serie D Pg di Matteo D’Auria dopo la sconfitta interna con la Ci & Ci. Eletronics Agnadello per 1-3 affronterà a Villatavazzano, la Properzi Volley. Gara importante perché un eventuale successo potrebbe togliere l’Esperia dall’ultima posizione in classifica a danno proprio delle lodigiane.

La 2^Divisione Microdata nella prima giornata del girone di ritorno dei playoff promozione se la vedrà al Cambonino contro la Sammanni Montodine. Le giovani atlete di Massimo Caccialanza non hanno ancora vinto una partita e sono fiduciose in quella di oggi pomeriggio (17.30)

La 3^Divisione-Under 19, dopo i bei risultati ottenuti al Trofeo Internazionale di Pisogne, ha osservato un turno di riposo preparando l’ultimo turno di campionato che si giocherà la settimana prossima.

Le Under 13 hanno ottenuto due risultati opposti: la formazione A di Arnaldo Scaratti  ha conseguito una brillante vittoria per 3-1 in casa del Pizzighettone, secondo in classifica, confermandosi la terza posizione ed) aggiudicandosi matematicamente la partecipazione ai quarti di finale per il titolo provinciale. Invece la squadra di Gabriele Montano ha perso 3-0 contro le più forti ragazze del Vescovato ma giocando una buona partita sotto il profilo tecnico.

Ufficio Stampa [pagebreak]

ASYSTEL VOLLEY NOVARA – FOPPAPEDRETTI BERGAMO 2-3 (25-23, 25-20, 21-25, 20-25, 13-15)

ASYSTEL VOLLEY NOVARA: Anzanello 15, Feng 2, Rosso, Paggi 17, Barcellini 9, Bechis 1, Cardullo (L), Lombardo 1, Osmokrovic 24, Kozuch 14, Zardo (L). Non entrati Lapi Chiara. All. Pedullà Luciano.

FOPPAPEDRETTI BERGAMO: Ortolani 23, Merlo (L), Araki, Camarda (L), Barazza 7, Sorokaite 1, Bacchi 2, Piccinini 21, Arrighetti 11, Lo Bianco 1, Del Core 18. Non entrati Gujska. All. Micelli Lorenzo.

Non bastano i 3500 dello Sporting Palace a trascinare l’Asystel all’allungo nella serie di semifinale contro la Foppapedretti Bergamo. Al termine di una lunghissima maratona, stavolta sono le ospiti a compiere una grande rimonta e ad aggiudicarsi il punto, portando così la situazione in parità alla vigilia del doppio impegno in quel di Bergamo.

Novara scende in campo con Kozuch opposta a Feng, Anzanello e Paggi al centro, Osmokrovic e Barcellini in banda e Cardullo libero.

Bergamo risponde con Ortolani in diagonale a Lo Bianco, Barazza e Arrighetti centrali, Piccinini e Del Core laterali e Merlo libero.

L’avvio di partita è contratto, con le squadre che si fronteggiano punto a punto fino all’errore di Ortolani (6-4) con Micelli che chiama subito tempo. Bergamo sbaglia e Novara si mantiene avanti, Kozuch mura Ortolani ed è 11-7, massimo vantaggio ulteriormente ampliato da Osmokrovic a rete sul 19-14. Rientra la Foppa col muro di Piccinini (22-20) e scatta quindi il punto a punto: Anzanello conquista il set ball con un lob chirurgico, Del Core le risponde e poi chiude Kozuch in block-out.

Bergamo parte molto forte e scappa via subito 3-7 con un muro su Barcellini, che replica prontamente mentre le squadre vanno sul 4-8 al primo time out tecnico. Anzanello e Kozuch accorciano, Osmokrovic trova l’impatto sul 9-9 e Bergamo chiede time-out, mentre Osmokrovic decide di far tutto da sola e sorpassa prima difendendo e poi concretizzando il punto del 12-11 con un bolide. Kozuch fa il break con un ace e una magia da seconda linea, poi Feng trova con un gran punto il 16-12 alla seconda sosta obbligatoria. Bergamo si affida a Ortolani e Del Core, Osmokrovic macina punti e una doppietta in fast di Paggi vale il 2-0 per Novara.

Bergamo reagisce di rabbia, mentre Novara va nel pallone e subisce la coordinazione servizio-muro di Bergamo, che in breve lancia le ospiti sul 1-7 con coach Pedullà che inserisce Bechis per Feng. Novara ritrova la bussola e si fa sotto 7-9 con Osmokrovic sempre protagonista, ma sul servizio di Arrighetti arriva il contro break di Bergamo e la nuova fuga, acuita dal turno in servizio successivo di Barazza: 10-16 con un ace della centrale veneta. Osmokrovic fa il diavolo a quattro per tenere in corsa Novara (21-23), ma Ortolani arriva al set ball e Piccinini trasforma.

Ancora scatto iniziale di Bergamo 3-6 con muro su Paggi, ma Novara stavolta rientra subito 7-7 con un muro di Anzanello su Lo Bianco. Il primo break arriva al giro di boa con l’ace di Del Core (11-13) e nel punto a punto consecutivo, Bergamo trova l’allungo sul 16-20 dopo due pasticci novaresi. Osmokrovic e Paggi tentano l’ultimo assalto, poi Bergamo chiude ancora con Piccinini.

Il tie-break è vibrante, il palazzetto intero cerca di spingere Novara al nuovo successo ma il primo acuto è bergamasco: 2-3 con invasione del muro novarese. Paggi e Osmokrovic ci mettono l’anima (5-5), Del Core e Ortolani strappano 6-8 al cambio di campo. Novara fa un capolavoro con cinque difese consecutive fino all’errore di Del Core “frustrato” ed è parità 8-8. Muro su Barcellini e nuovo break esterno, Anzanello e Kozuch scelgono il momento peggiore per sbagliare il proprio servizio ed è 11-13; con orgoglio Novara ricuce nuovamente lo strappo, poi decide una doppietta di Del Core con il rammarico per Novara di aver sprecato un paio di contrattacchi.

Come previsto, non cessano quindi le emozioni. Il prossimo capitolo di questa saga praticamente infinita andrà in scena domenica al PalaNorda di Bergamo, con inizio alle ore 18. A Novara serve a questo punto almeno una vittoria in trasferta per non interrompere di colpo l’inseguimento alla Findomestic Cup.

Ufficio Stampa [pagebreak]

Un match da batticuore, una gara di grande intensità e la vittoria della Foppapedretti Bergamo. La Gara 2 della Semifinale Scudetto ha riportato la serie in parità nella sfida con l’Asystel Novara. Ospiti delle piemontesi le rossoblù, sotto di due set a zero, hanno agguantato la vittoria al tie break.
Una gara estremamente equilibrata, che ha seguito il copione della Gara 1 invertendo però le sorti e dando alle orobiche la possibilità di giocarsi due match consecutivi al PalaNorda.
Domenica alle 18.00, a Bergamo torneranno in scena gli attacchi di Ortolani, Piccinini e Del Core da un lato e di Osmokrovic, Kozuch e Barcellini dall’altro. Le magie di Lo Bianco in regia a replicare alle alzate di Feng, i muri di Barazza e Arrighetti a confrontarsi con le centrali Paggi e Anzanello. Una sfida che promette scintille e che darà nuovamente spettacolo. Un appuntamento che infiammerà le Semifinali Scudetto.

BIGLIETTERIA. La Biglietteria del PalaNorda aprirà domenica dalle ore 10.00 alle ore 12.00 e nel pomeriggio dalle ore 16.30.
      
ASYSTEL VOLLEY NOVARA-FOPPAPEDRETTI BERGAMO 2-3 (25-23 25-20 21-25 20-25 13-15)

Asystel Volley Novara: Anzanello 14, Feng 2, Rosso, Paggi 17, Barcellini 10, Bechis 1, Cardullo (L), Lombardo 1, Osmokrovic 24, Kozuch 14, Zardo (L) n.e., Lapi n.e. All. Pedullà

Foppapedretti Bergamo: Ortolani 23, Merlo (L), Gujska n.e., Araki, Camarda (L) n.e., Barazza 7, Sorokaite, Bacchi 2, Piccinini 17, Arrighetti 11, Lo Bianco 1, Del Core 19. All. Micelli

Arbitri: Roberto Boris (Vigevano – Pv) e Sandro La Micela (Trento)
Durata set: 25’, 23’, 26’, 24’, 17’
Battute Vincenti: Novara 3; Bergamo 6
Battute Sbagliate: Novara 14; Bergamo 6
Muri: Novara 12; Bergamo 11

Ufficio Stampa [pagebreak]

Semplicemente perfetta, la Scavolini si sbarazza in tre set di una Yamamay che ha pagato tutta in una volta la fatica della durissima serie con Jesi.
L'assenza di Esko si è fatta nuovamente sentire, ma, come detto, stavolta le colibrì hanno giocato una partita impeccabile sotto tutti i punti di vista. La partita è stata niente più di un monologo: nel primo la Scavolini è arrivata sino al 23-7 con una prestazione magistrale a muro che ha bagnato le polveri di Matuszkova e compagne (53% a 26% la percentuale d'attacco), nel secondo e nel terzo lo strappo è stato meno brutale, ma, alla fine, le bustocche sono restate lontane da quota venti. Colibrì cresciute a dismisura rispetto all'incerta gara uno: attacco spietato, efficientissima correlazione muro-difesa, ottima disposizione in campo e difesa molto presente. Distribuzione splendida di Ferretti, che ha portato in doppia cifra tutte e cinque le sue attaccanti.
Gara tre a Busto andrà in scena domenica 26 aprile alle 18 (diretta su Sky Sport 2 e su Radio Incontro, anche online: www.radioincontro.com). La Scavolini ha la prima occasione per chiudere la serie e qualificarsi alla finale scudetto.

SCAVOLINI-YAMAMAY 3-0

SCAVOLINI PESARO: Jaqueline 13, Fürst 10, Skowronska 15, Costagrande 14, Guiggi 11, Ferretti 2; Wijnhoven (L), Di Crescenzo, Brussa, Lunghi, Garzaro. N.e. Lazcano. All. Zé Roberto.

YAMAMAY BUSTO ARSIZIO: Fernandinha 3, Viganò 3, Campanari 7, Matuszkova 5, Ravetta 5, Ritschelova 3; Borri (L), Valeriano 8, Kovacova 3. N.e. Fokkens. All. Parisi.

ARBITRI Padoan e Puecher.
NOTE Parziali 25-11 (22'), 25-17 (24'), 25-16 (24').

Scavolini: battute sbagliate 2; battute vincenti 5;  ricezione 62% (prf  29%); attacco 46%; errori 7; muri 13. Yamamay: battute sbagliate 4; battute vincenti 1; ricezione 55% (prf 31%); attacco 29%; errori 10; muri 7.

Ufficio Stampa

Cariparma SiGrade Parma: domani a Nocera inizia la semifinale dei play off Pag 1

Esperia Cremona:
il programma delle giovanili Pag 2

Asystel Novara: passo falso in gara 2, serie in parità Pag 3

Foppapedretti Bergamo: espugnato il campo di Novara Pag 4

Scavolini Pesaro:
grandissima prestazione, travolta Busto in gara 2 Pag 5