Da giovedì si stanno svolgendo a Jesolo le Finali Nazionali Femminili per la categoria Under 16. Le ragazze dell'Anderlini & Sassuolo Volley, inserite nel girone B assieme alle squadre di Orago, Bolzano e San Vito dei Normanni, sono partite subito alla grande, vincendo il primo scontro con un netto 3-0 (25-16; 25-18; 25-14) contro Bolzano. L'incontro più delicato del girone eliminatorio è stato quello di venerdì mattina contro il team di Orago, vinto dalle modenesi per 3-1 (25-12; 25-17; 23-25; 25-18). Questa splendida vittoria ha aperto la strada per l'accesso ai quarti di finale all'Anderlini & Sassuolo Volley: già qualificata matematicamente tra le prime due, è bastato così solo un punto per conquistare il primo posto del girone ed incontrare quindi la seconda classificata del girone A. Ed il punto è arrivato con la vittoria per 3-0 su Brindisi (25-13; 25-14; 27-25) che ha fatto sì che le ragazze guidate da Roberta Maioli terminassero al primo posto il girone di qualificazione.

E' proseguito indisturbato il cammino dell'Under 16 anche nel difficile quarto di finale contro l'InVolley Cambiano, battuto questa mattina per 3-0 (25-18; 25-11; 26-24). L'Anderlini & Sassuolo Volley è approdata dunque alla semifinale e questo pomeriggio alle ore 18:00 se la dovrà vedere contro la Foppapedretti Bergamo. Ancora un incontro delicato che comunque vede in piccolissimo vantaggio la squadra modenese, la quale, nella finale del Trofeo Bussinello di Aprile, ha già battuto la formazione bergamasca.

Ufficio Stampa

Si ferma ai quarti di finale il sogno della Logitronic Fidas Vicenza, superata in tre set dal Volley Orago nelle finali nazionali under 16. Il sorteggio dei gironi ha voluto che le biancorosse incrociassero sul loro cammino la forte formazione varesina, una delle principali candidate alla vittoria finale. Al di là dei valori tecnici è prevalsa la maggiore abitudine a partite di questo livello da parte di Orago, due anni fa campione d'Italia under 14 con lo stesso gruppo. Davanti agli occhi dell'azzurra Lucia Bosetti (in campo tra le lombarde c'era la sorella Caterina) le ragazze di Marchiaro, molte delle quali alla prima esperienza tricolore, hanno perso la partita soprattutto dal punto di vista della continuità nel gioco, pagando un pessimo avvio nel primo set e un finale in calando negli altri due, alternati a momenti di buona pallavolo. Vigliaroni e compagne torneranno in campo oggi alle 18 e domani (domenica) mattina per le partite di classificazione dal quinto all'ottavo posto.

LA CRONACA. Per i quarti di finale Marchiaro recupera capitan Vigliaroni, in campo dall'inizio anche se non al meglio delle condizioni dopo l'infortunio al ginocchio della sera prima. La Logitronic Fidas Vicenza schiera Bernabè in palleggio, Orro opposta, Devetag e Vigliaroni in banda, Ceron e Pastorello centrali, Di Stefano libero.

L'avvio è tutto di Orago, che con il turno di battuta di Bosetti scappa sull'1-9 sfruttando anche i tanti errori biancorossi. Le vicentine entrano tardi in partita, giocando la seconda parte del set alla pari delle rivali, anche quando l'esito è ormai compromesso. Nel finale entra Mapelli per Bernabè; Orago deve solo amministrare il vantaggio fino al 16-25.

Nel secondo parziale Marchiaro conferma Mapelli in regia; si parte proprio con un suo muro seguito dall'ace di Vigliaroni (2-0). Le varesine sfruttano un momento di difficoltà della ricezione berica per il sorpasso e allungano fino al 9-13, Vicenza risponde con un break di 4-0. Sul 14-17 entra Farina al posto di Orro, la Logitronic Fidas risale fino al -1 ma viene subito ricacciata sotto dalle lombarde. Finisce 19-25.

Le ragazze di Marchiaro rimediano subito al brutto avvio nel terzo set (da 0- 3 a 3-3) con in campo la diagonale Mapelli – Farina. È sempre Orago a condurre nel punteggio, Vicenza però non molla mai e mette la testa avanti sul 10-9; sullo slancio le biancorosse passano sul 15-11, falliscono la palla del +5 e vengono punite duramente dalla reazione avversaria (17-18). Bordignon è micidiale in battuta e Orago scappa sul 19-24; le vicentine annullano quattro palle match ma alla fine devono arrendersi all'attacco di Bosetti: 23-25.  

"Siamo dispiaciuti per la sconfitta, ma abbiamo dato il massimo e non abbiamo recriminazioni – è il commento dell'allenatore della Logitronic Fidas Michele Marchiaro – Il primo set lo abbia perso in partenza, anche per merito di Orago che è partito a razzo. Negli altri è successo l'inverso, abbiamo giocato alla pari per larghi tratti cedendo nel finale. Contro una squadra così non ci si può permettere grandi cali e penso sia vista la loro maggiore abitudine a giocare partite da dentro o fuori come questa".

Logitronic Fidas Vicenza: Bernabè, Ceron, Devetag, De Paoli, Di Stefano (L), Farina, Mapelli, Negri, Orro, Pastorello, Vigliaroni, Zanetti. All. Marchiaro.

Volley Orago: Bordignon, Perinelli, Botta, Bosetti, Di Pinto, Mazzaro, Massardi, Costenaro, De Gregorio, Figini, Bordoni (L), Romano, Bardo (L).

Quarti di finale nazionali

Logitronic Fidas Vicenza – Volley Orago 0-3
(16-25, 19-25, 23-25)

Ufficio Stampa

Ore importanti per il futuro della Pallavolo Cesena. La società in questi giorni, in assoluto silenzio, ha lavorato per cercare di definire alcune trattative in merito al coinvolgimento di altri imprenditori locali. A parlare per tutti è il Presidente Corbelli, il quale afferma: "Abbiamo avviato una serie di contatti con vari imprenditori ed aziende locali  in quest'ultimo mese, in tante circostanze. Ad un interessamento iniziale è seguita una risposta negativa ed in altri casi non abbiamo nemmeno ricevuto una risposta. Siamo amareggiati perchè credavamo che il lavoro svolto in questa stagione appena terminata avesse prodotto dei risultati per cui il traino economico della città potesse interessarsi per continuare il nostro programma. Ad oggi, ci rimane la speranza di una trattativa ben avviata con una "cordata" locale interessata al nostro progetto. Hanno chiesto qualche giorno e riteniamo opportuno che nella giornata tra martedì o mercoledì venga definito in maniera positiva o negativa il tutto. Dopo quella data faremo le nostre scelte. Non abbiamo intenzione di valutare proposte esterne a Cesena. Se non riusciremo a continuare il nostro programma in questa città, vorrà dire che il nostro progetto avrà terminato il suo percorso. Tutto questo anche per zittire chi non aspetta altro per insinuare su quanto la società tenga a portare avanti i propri programmi. Se i budget non ci permetteranno di guardare al futuro con serenità è giusto che questa società chiuda".
Sulle istituzioni e su alcuni imprenditori il Presidente precisa:"Ad eccezione dell'Assessore Gualdi, dei candidati Sindaco della Città di Cesena, Di Placido e Lucchi, non mi sembra che il mondo politico locale sia stato vicino a questa realtà. Credo anche che gli imprenditori avrebbero potuto sostenere maggiormente questa realtà sportiva , invece, in tante circostanze hanno voltato le spalle".
"Riamniamo fiduciosi che qualcosa possa cambiare ma siamo anche consapevoli e realisti che la situazione attuale non è delle più favorevoli."

Ufficio Stampa

Sassuolo Volley: Finali Nazionali Under 16, Anderlini&Sassuolo vola in semifinale Pag 1

Finali Nazionali Under 16: La Logitronic Fidas Vicenza eliminata dall'Orago ai quarti Pag 2

Solo Affitti Tradeco Cesena: ore decisive per il futuro della società Pag 3