ITALIA-SERBIA 1-3 (23-25 25-20 12-25 21-25)

ITALIA: Birarelli 6, Lasko 16, Savani 18, Fortunato 5, Vermiglio, Cernic 15. Libero: Manià. Travica, Cisolla, Gavotto, Sala 2.  Non entrato: Martino. All. Anastasi

SERBIA:  Geric 4, Milijkovic 28, Kovacevic 17, Podrascanin 6, Grbic 5, Janic 11. Libero: Samardzic. Petric, Starovic, Petkovic. Non entrati: Nikic, Rosic. All. Kolakovic.

ARBITRI: Garthof  (Ger) e Hobor (Hun)..
Durata set:  24, 24, 23, 23.
Italia: bv 1, bs 12, mv 5, e 11.
Serbia: bv 3, bs 10, mv 13, e 9.

Istanbul. Al termine di un incontro dai due volti, gli azzurri cedono alla Serbia per 3-1, ma hanno la certezza di accedere alla seconda fase del torneo.
Gli azzurri si ritroveranno in un girone con Bulgaria e Serbia (già affrontate in questa fase) più Russia, Olanda e Finlandia. Considerando che valgono i risultati delle gare del primo girone con le avversarie già affrontate, le chance di approdare nella zona medaglie sono ridotte al lumicino.
Contro la Serbia gli azzurri hanno tenuto bene il campo per due set, poi nel terzo hanno subito molto e nel quarto non sono riusciti a riagguantare il pareggio.
In una prestazione in chiaroscuro bene i martelli, a corrente alternata Vermiglio e Lasko, poi efficaci i centrali. Poco per avere la meglio sulla squadra di uno scatenato Milijkovic.  
L’Italia gioca un buon primo set, ma non basta per imporsi. Gli azzurri sbagliano pochissimo e guidati da un  bravo Vermiglio mettono in difficoltà la Serbia arrivando a condurre 16-13. Dopo il timeout l’Italia ha un momento di sbandamento e la squadra di Kolakovic ne approfitta per ribaltare il punteggio. L’Italia cerca di reagire, sul 20-20 Savani piazza un gran servizio, ma la palla pur tornando lentamente nel campo azzurro cade a terra. La Serbia piglia morale e chiude 25-23.
Gli azzurri questa volta non accusano il colpo, e quando il gioco riprende prendono subito tre lunghezze di vantaggio. In campo si vede la migliore Italia di questo Europeo, che con personalità e sicurezza s’impone 25-20. Tante cose buone nel secondo, tante brutte nel terzo. I ragazzi di Anastasi vanno subito in difficoltà accumulano cinque punti di svantaggio (1-6) e non trovano la forza di reagire completamente. Dal 5-7 si ritrovano 6-13, per poi cedere siglando soltanto 12 punti. Nel quarto il punteggio rimane in equilibrio sino 14-14 poi i serbi operano il break che li porterà ad imporsi 25-21.

ANASTASI : “Nello sport non ci sono segreti, per vincere occorre giocare bene, loro ci sono riusciti più a lungo di noi. La cosa che mi interessa ora sono le prossime tre partite, dobbiamo dimostrare che non abbiamo buttato un’estate. Nella seconda fase dobbiamo fare più punti possibili.”

CERNIC: “Non riusciamo ad avere continuità, a tratti giochiamo una bella pallavolo, ma non basta per vincere gare di questo livello. La Serbia è sempre rimasta attaccata alla partita, ha perso il secondo set, ma non ha mollato.”

VERMIGLIO: “Alterniamo momenti di pallavolo di alto livello a momenti di buio. E’ stato così contro la Bulgaria ed oggi anche contro la Serbia.”

SAVANI: “In noi c’è tanto rammarico, per la sconfitta con la Bulgaria ed ancora di più per quella di oggi con la Serbia. Rammarico per i set in cui riusciamo a costruirci dei buoni vantaggi e poi li buttiamo. Da qui alla fine dell’Europeo dobbia cercare di portare a casa più vittorie possibili.

 
**************************************************************************************
 
Qualificate alla seconda fase: Polonia, Francia, Germania, Russia, Olanda, Finlandia, Grecia, Slovacchia, Spagna, Bulgaria, Serbia e Italia.
 
Pool E (a Izmir): Grecia e Polonia 4, Spagna e Francia 2, Germania e Slovacchia 0.

Pool F (a Istanbul): Bulgaria e Russia 4, Serbia e Olanda 2, Italia e  Finlandia 0.

Pool A – Izmir

Ore 17.30 Turchia – Francia 0 – 3 (16-25, 21-25, 23-25)

Classifica: Polonia 6, Francia 5, Germania 4, Turchia 3.

Pool C – Izmir

Ore 15.00 Slovenia – Grecia 2 – 3 (32-34, 24-26, 25-23, 21-25)
Ore 20.00 Slovacchia – Spagna 2 – 3 (18-25, 25-21, 18-25, 25-19, 11-15)

Classifica: Grecia 6, Spagna 5, Slovacchia 4, Slovenia 3.

Pool B – Istanbul

Ore 17.30 Russia – Finlandia 3 – 0 (25-12, 25-14, 25-17)

Classifica: Russia 6, Olanda 5, Finlandia 4, Estonia 3.

Pool D – Istanbul

Ore 20.00 Rep. Ceca – Bulgaria 1 – 3 (19-25, 25-23, 20-25, 17-25)
Ore 15.00 Serbia – Italia 3 – 1 (25-23, 19-25, 25-12, 25-21)

Classifica: Bulgaria 6, Serbia 5, Italia 4, Rep. Ceca 3.

Online tabellino, cronaca e dichiarazioni post partita (Fipav)

Seguono gironi seconda fase