Primo derby della storia tra Scavolini e Chateau d'Ax Urbino in serie A1: la partita, arbitrata da Giampiero Perri e Francesco Piersanti, andrà in scena domenica 1 novembre alle 18 al palasport Mondolce di Urbino. Diretta su Radio Incontro (alla voce Alessandro Mainoldi) e differita su Tvrs martedì alle 22.45. Le squadre sono appaiate al terzo posto in classifica a sei punti (con loro anche la Foppapedretti Bergamo), ad una lunghezza dall'MC Carnaghi Villa Cortese e a due dalla capolista Monteschiavo Jesi.
Per le colibrì si tratta di una trasferta non facile, nonostante Urbino sia una neopromossa: le feltresche hanno vinto due partite su due fuori casa – la prima nientemeno che a Novara, la seconda sul campo di quella RebecchiLupa Piacenza che aveva espugnato Pesaro alla prima giornata di campionato.
Dunque, non vanno affatto sottovalutate, come sottolinea il coach pesarese Angelo Vercesi: "Bergamo o Urbino, per noi non cambia niente. Tutte le squadre vanno affrontate con lo stesso atteggiamento, se no si rischia di perdere con chiunque. Abbiamo molto rispetto della Chateau d'Ax, e dovremo giocare una grande partita per vincere. Con Perugia abbiamo fatto dei progressi, cominciamo ad allenarci a ranghi completi e i risultati si vedono: lavorando bene miglioriamo come squadra, prima era difficile farlo nelle condizioni in cui eravamo".
Attesa la presenza di un gruppo di tifosi pesaresi: gli abbonati alla Scavolini 2009/2010, oltretutto, avranno la possibilità di uno sconto del 50% sul prezzo del biglietto, esibendo alla cassa la tessera.
Dopo il derby di domenica, il campionato sarà sospeso per tre settimane, per consentire alla nazionale di partecipare alla Grand Champions Cup. Si riprenderà domenica 22 novembre, con la Scavolini impegnata in casa con la Yamamay Busto Arsizio.

Ufficio Stampa
[pagebreak]
Dopodomani l'Edilcost Ancona affronterà al PalaBrasili, in un match valevole per la quarta giornata di campionato, la So.Ge.S.A. Roma allenata da Lorenzo De Gregoriis. Attualmente le romane stazionano con 0 punti in fondo alla classifica, ma questo è un dettaglio che non deve ingannare: per la squadra di Luisa Fusco non sarà semplice avere la meglio sulle avversarie di turno per diversi motivi. Anzitutto occorre ricordare che l'Edilcost è une neopromossa e quindi, per definizione, non può attendersi partite facili, essendo ancora 'fresca' di serie A2. Secondariamente, la So.Ge.S.A. Roma è, in fin dei conti, una buona formazione, che deve la partenza stentata in campionato ad un raduno giocoforza ritardato al 10 settembre e ad alcuni problemi di tesseramento delle giocatrici straniere, in primis l'opposta brasiliana Jaline, principale terminale offensivo della compagine laziale. Come se non bastasse, la So.Ge.S.A. non ha neppure avuto un calendario granché favorevole in queste prime giornate, avendo dovuto affrontare squadre ambiziose come Pontecagnano, Donoratico e, nell'ultimo turno, la corazzata Liu-Jo Carpi. Certo, probabilmente Roma dovrà lottare, al pari delle doriche, per la conquista della salvezza, ma anche per le ragioni di cui sopra non va sottovalutata. Ora che l'assetto del gruppo è ben definito il team capitolino potrebbe rivelarsi insidioso. Già detto della Jaline, riferimento in attacco e punto di forza della So.Ge.S.A., non vanno dimenticate la schiacciatrice fabrianese Roani, che vanta diversi anni di carriera in serie A, e l'esperta Mattiolo, classe '73, anche lei schiacciatrice. Pare invece patire un po' in regia la squadra romana, ma ciò forse si spiega con il fatto che, fino a non tanti giorni fa, il gruppo di De Gregoriis non era ancora al completo e dunque anche la costruzione del gioco poteva risentirne.

Adesso però che la So.Ge.S.A. si è strutturata non si può più sperare in sue eventuali lacune: Leo Chiappa e compagne dovranno scendere in campo con assoluta determinazione e voglia di vincere. In uno scontro che già ora potrebbe significare molto in ottica salvezza i tre punti valgono doppio.
Per questo sarà fondamentale anche l'apporto dei tifosi, chiamati a raccolta domenica 1° novembre (ore 18.00) al PalaBrasili.

Ufficio Stampa [pagebreak]

Biancorosse in partenza per la trasferta più lunga della stagione. La Minetti BPVi sarà in campo domenica a S. Vito dei Normanni, ospite della Cedat 85 San Vito, squadra che finora in casa ha vinto due partite su due: 3-1 con Busnago e 3-2 con Verona. Sfida inedita quella con la compagine pugliese, che l'anno scorso, alla seconda esperienza di A2, centrò addirittura i play-off proprio grazie all'ottimo rendimento tra le mura amiche. Anche per domenica è previsto un PalaMacchitella gremito e ribollente di tifo.
 
QUI MINETTI BPVI. Settimana senza intoppi per Marasciulo e le ragazze. Domani (sabato) mattina è prevista la rifinitura al PalaRewatt; alle 16 la partenza in aereo per Brindisi. Domenica mattina Pacca e compagne si alleneranno sul parquet del PalaMacchitella.
 
LE CONVOCATE. Tutte disponibili le giocatrici in rosa. A partire per San Vito saranno in undici, le stesse presenti due settimane fa a Busnago. A casa Marcolina e Levorin, che domenica scenderanno in campo con la Novello FIDAS Vicenza di B2. Queste le convocate: Gorini, Popovic, Arimattei, Strobbe, Gomiero, Zilio, Assirelli, Tsekova, Paccagnella, Zuccollo e Muri.
 
I COMMENTI. Trasferta particolare per il tecnico carioca della Minetti BPVi Mauro Marasciulo, la cui famiglia ha origini pugliesi (il bisnonno è della zona di Bari). Maurinho si sofferma però più sugli aspetti tecnici della sfida: "E' ancora presto per valutare le squadre che andiamo ad affrontare, si sono giocate poche partite, ma di sicuro sappiamo che San Vito ha nel suo organico tre giocatrici importanti. La prima è la centrale Zanotti, che due anni fa ha fatto la promozione in A1 con Castellana, una delle attaccanti più esperte del campionato assieme a Paccagnella e a Bragaglia. C'è poi la brasiliana Elisangela, l'anno scorso in serie A1, tra le straniere più forti del campionato. Infine la serba Hanusic, una giocatrice equilibrata che dà molto anche in ricezione. Sono tre giocatrici che probabilmente sarebbero titolari in qualunque squadra di A2; ma il loro gioco passa anche per l'opposta, Aricò, giovane dalla mano abbastanza pesante. Le altre giocatrici sono meno conosciute e bisognerà vedere se sapranno reggere alla lunga un campionato come quello cadetto dove contano molto esperienza e continuità. La base però è buona, grazie a tre giocatrici che hanno grande personalità e l'atteggiamento giusto per la categoria".
 
Ex di turno la palleggiatrice biancorossa Giada Gorini, che l'anno scorso ha debuttato in serie A2 proprio con la casacca sanvitese. "Sono molto contenta di rivedere tante persone che conosco, la mia ex compagna di squadra Facchinetti in primis, ma anche lo staff, i dirigenti, i tifosi che si sono fatti sentire in questi giorni. Non penso che subirei più di tanto il fattore campo, conosco bene il palazzetto di S. Vito, dove c'è un pubblico che si fa sentire fin dal riscaldamento ma che comunque è sempre molto corretto. Giocare lì una stagione mi è servito e so che se dovrò scendere in campo sarò tranquilla e pronta".

Ufficio Stampa [pagebreak]

Partirà domani sera da Spinea la nuova avventura della Mosele Vicenza, che dopo aver conquistato la promozione in serie C nella scorsa stagione, riparte dal campionato di serie D, più adatto a far crescere una formazione giovane come quella biancorossa, impegnata anche nel campionato under 16.
 
"Il pre-campionato è andato bene, adesso bisogna vedere come reagiranno le ragazze al primo impegno importante – il commento del tecnico Michele Marchiaro – Per ora l'obiettivo far emergere la personalità della squadra e crescere sia come gruppo che individualmente, poi andando avanti con il campionato vedremo fin dove possiamo arrivare, ma di certo andremo sempre in campo con la voglia di vincere".
 
Le biancorosse sono state inserite nel girone A, dove affronteranno altre due formazioni vicentine: il Marostica ed il Sandrigo, che si erano entrambe piazzate a metà classifica lo scorso anno (il Marostica proprio nel girone delle ragazze di Marchiaro).

Ufficio Stampa

Scavolini Pesaro: domenica a Urbino il primo derby pesarese Pag 1

Edilcost Ancona: domenica a caccia della vittoria casalinga contro la So.Ge.S.A. Roma Pag 2

Minetti BPVi Vicenza: lunga trasferta a San Vito dei Normanni Pag 3

Serie D: la Mosele Vicenza inizia il campionato da Spinea Pag 4