Vittoria sofferta per la Magliano Trasformatori Chieri che si impone per 3-1 sulla Lavoro.Doc Pontecagnano al termine di una partita durata quasi due ore. Ottime le prove di Sorokaite e Pinedo, bene anche Stefania D'Agostino che continua a crescere di gara in gara. Match molto combattuto per tutti i quattro set. Da segnalare nelle fila della Lavoro.Doc la presenza della bulgara Kostadinova al posto dell'esperta ucraina Voronina, un po' in calo nelle ultime settimane. Ma veniamo al racconto dell'incontro. Partono molto bene le campane che vanno subito avanti 5-3 e 8-6. La Magliano riagguanta le avversarie sul 10-10 ed effettua il primo sorpasso sul 13-12. Le biancoblu mantengono tre punti di vantaggio fino al 22-19. Qui Pontecagnano inanella un break di tre punti a suo favore e si riporta in parità sul 22-22. Per fortuna, però, è Chieri a far suo il primo parziale per 25-23 al primo set-point. Nella seconda frazione sono ancora le ospiti a partire bene portandosi avanti di sei punti sul 13-7. Le ragazze di Bruno Napolitano, però, non mollano e ritornano sotto fino raggiungere le avversarie sul 16-16. Ma è ancora Pontecagnano a mettere la testa avanti passando a condurre 24-21. La Magliano annulla i primi due set point, ma al terzo è costretta a cedere sempre per 25-23. Il terzo set è une vera e propria battaglia con la Lavoro.Doc che, come al solito, parte molto bene portandosi subito prima sul 5-1 e poi sul 10-6. Pinedo e compagne, però, non si arrendono riuscendo a raggiungere e superare le avversarie sul 20-18. Da qui in avanti è una lotta punto a punto con le chieresi che, alla fine, la spuntano al terzo set-point per 27-25. Nel quarto e ultimo parziale, per la prima volta dall'inizio dell'incontro, è Chieri a condurre le danze. Le piemontesi, infatti, conquistano un break di sei punti con Indre Sorokaite in battuta e si portano avanti sul 10-4. Quando, tuttavia, il match sembra aver preso una piega definitiva a favore della Magliano, le campane si riportano in parità sul 13-13. Ci pensa, poi, ancora Indre Sorokaite a rimettere le giuste distanze tra le due squadre con una serie di attacchi decisivi che consentono alle biancoblu di porre la parola fine alla sfida conquistando la quarta frazione con il punteggio di 25-20. Con questo successo Chieri mantiene il secondo posto a cinque punti da Aprilia, vittoriosa in casa facilmente con Forlì. Dietro incalza sempre a un punto Carpi, che ha espugnato il difficile campo di Loreto. Diventano invece cinque i punti di vantaggio delle piemontesi su Parma, sconfitta a sorpresa per 3-1 a Verona.

Magliano Trasformatori Chieri – Lavoro.Doc Pontecagnano 3-1 (25-23, 23-25, 27-25, 25-20)

Magliano Trasformatori Chieri: Corvese 8, Borgogno 11, Marchetto, Bertolotto N.E., Molinengo (L), Sorokaite 21, Glod 13, Pinedo 20, Tarozzo (L), D'Agostino 3, Tasca, Chuda

Lavoro.Doc Pontecagnano: Kostadinova 16, Abbruzzo N.E., Stacchiotti 7, Mezzapesa, Ballarini (L), Capuano 18, Tenza 1, Astarita 10, Ronga (L), Moncada, Menghi 16, Voronina 2

Ufficio Stampa [pagebreak]

Giornata da due punti per la Foppapedretti Bergamo nel quindicesimo turno del Campionato Italiano.
La vittoria al tie break conquistata al PalaEvangelisti di Perugia, a spese della Despar, porta le rossoblù a quota 28 punti, conservando il quarto posto in classifica. E per la prossima giornata di Findomestic Volley Cup è prevista una nuova trasferta, questa volta in Puglia, per far visita a Castellana Grotte, reduce dalla sconfitta inflittale da Villa Cortese. Domenica alle 17.30 l’appuntamento.

Prima, però, torna il volley internazionale: giovedì alle 20.30, al PalaFacchetti di Treviglio e in diretta su Sportitalia2, gara di andata dei Play Off12 di Champions League. La Foppapedretti riceverà le polacche del Fakro Muszynianka e dovrà pensare a fare bottino pieno in vista della sfida di ritorno in programma giovedì 18 febbraio in Polonia. Un turno da dentro o fuori che darà accesso ai Play Off6, dove il tabellone ha già previsto l’incrocio con la vincente del doppio incontro tra la Scavolini Pesaro e le ceche del Modranská Prostejov.

Rientrate nella notte dall’Umbria, le rossoblù potranno sfruttare un’intera giornata di riposo per oggi. Domani pomeriggio il ritorno in palestra, al PalaFacchetti di Treviglio, per riprendere confidenza con il campo da gioco che è stato il palcoscenico delle ultime stagioni europee della Foppapedretti.

Ufficio Stampa [pagebreak]

 
Ha dovuto soffrire per quasi due ore e mezza la capolista Ipag Verde Bio Noventa per infilare il secondo successo esterno di fila in casa di un coriaceo Villorba, ma ne è valsa ancora di più la pena quando si è conosciuto oggi il risultato, un po' a sorpresa un po' no per il valore noto del Vispa, della Domovip Porcia, sconfitta in casa per 0-3 (22-25, 20-25, 23-25) proprio dalle padovane dell'Eurologistica Vispa saonara (Pd).

Le friulane, prima di oggi, diciottesima giornata del girone C di B2, erano a pari punti col Noventa (ora a quota 42) ma oggi diventano terze e rimangono dietro le rossoblu di 2 punti. Seconda a 1 punto in classifica è la Spacciocchial.Vision Codognè, mentre la squadra del patron Salvatore Fabio e dell'allenatore Stefano Ferrari ha un vantaggio di ben 5 punti, nell'eventuale prospettiva play off di promozione, riservati a seconda e terza in classifica, sulle quarte, l'Amat Micromeccaica Padova che ha perso in casa 2-3 dal Cormons,  e le Sorelle Ramonda Montecchio vittoriose ma per 2-3 a Padova con la Juvenilia.

Sabato prossimo l’Ipag Verde Bio Noventa Vicentina giocherà in casa col pericolante Policart Padova e, visto l'equlibrio dei valori in questo campionato e l'incertezza crescente delle partite, dovrà prestare grande attenzione per non sprecare la giornata positiva appena conclusa, continuare nella lotta per il vertice della classifica e per sognare di festeggiare al meglio i ‘primi’ 40 anni di storia scritti nel basso vicentino.

Ufficio stampa [pagebreak]

Simeonato Silvolley   3
Volley Segrate 1978    1
(18-25 / 25-22 / 25-23 / 25-20)

In trasferta a Trebaseleghe (PD) arriva la seconda sconfitta stagionale per la squadra di Coach Motta. I gialloblu di Volley Segrate scendono in campo contro il team locale di Simeonato Silvolley e subiscono un 3 a 1 con grande merito per i padovani e un po’ di sfortuna per i segratesi.
Nel primo set Volley Segrate scende in campo con la consueta compattezza, il solito ordine e quell’equilibrio a cui ha abituato il pubblico e, senza grossi problemi, si aggiudica il set per 25  a 18.
Nel secondo set la squadra di casa forza maggiormente la battuta mettendo in difficoltà la ricezione gialloblu che fatica a rispondere alle giocate dei padovani, a causa anche dell’attacco dei laterali un po’ calato rispetto al primo set e al solito standard; risultato finale 25 a 22.
Il terzo e il quarto sono stati due set fotocopia del secondo; Volley Segrate non ha mai perso il contatto con l’avversario senza mai trovare, però, la zampata decisiva che potesse riequilibrare il punteggio.
Gialloblu non in serata e Simeonato Silvolley che contro i leoni di Segrate si trova sempre molto bene, all’andata era finita 3 a 2 per i ragazzi di coach Motta, e questa volta, tra le mura amiche, merita la vittoria e l’applauso di tutti per aver giocato davvero un’ottima partita.
Non c’è preoccupazione in casa Volley Segrate, una serata storta può capitare e nulla è compromesso. Nota positiva è sicuramente il rientro in campo del libero Caprotti che, dopo un considerevole stop a causa di un infortunio, torna a giocare e disputa un’eccellente partita.

L’appuntamento è per Domenica 14 Febbraio al Palazzetto di Segrate dove, alle 18, arriverà da Cagliari la squadra di Augusta Assicurazioni.

Ufficio stampa [pagebreak]

Dopo aver chiuso il girone d’andata con una netta vittoria per 3-0, l’Aics Iperstore.net Forlì ha iniziato il ritorno con una bella affermazione per 3-2 ai danni dell’Atomat Udine. Un match giocato con tanta grinta dalle forlivesi che, al tempo stesso, hanno avuto la capacità di mantenersi lucide nei momenti importanti. Decisive per il successo le prestazioni di Zuccarini (23 punti per lei), Antonucci (15) e Socci (autrice di ben 7 muri vincenti). Nel complesso, però, da lodare è la prova dell’intero gruppo timonato da coach Andrea Simoncelli che nel 4° e 5° set ha saputo reggere alla pressione e mostrare i tanti progressi fatti dall’inizio della stagione. Con questi due punti ora le romagnole hanno un vantaggio minimo sulla Stem Parma che dovranno difendere strenuamente se vogliono conquistare la permanenza nella categoria.
 La partita in sintesi. Nel primo set le due squadre paiono equivalersi e nessuna delle due riesce a prendere il sopravvento (2-2, 6-6, 11-11, 14-14). Giunti al rush finale, però, il Forlì cambia marcia grazie a un’Antonucci scatenata e vola indisturbato fino al 24-17. Il punto del 25-17 arriva grazie a Socci che firma il proprio 4° muro personale nel parziale fermando Russo. Nel secondo set Udine si riprende. Coach Mannucci inserisce Scalettaris e Poser per Della Rosa e Cozzo e la squadra cambia volto. A firmare la fuga delle friulane, però, sono le stesse forlivesi che nel parziale commettono ben 8 errori (più 2 battute sbagliate) consentendo così all’Atomat di imporsi agevolmente per 25-18. Molto simile l’andamento del 3° set con l’Iperstore.net che pare al tappeto e cede per 25-16 alzando bandiera bianca molto prima del secondo time-out tecnico. L’incontro si ribalta di nuovo nella quarta frazione. Zuccarini sale in cattedra, prende per mano le compagne e l’Aics scatta subito sull’8-5. L’Atomat appare sorpresa e non riesce a recuperare: finisce 26-16 per le padrone di casa che così portano il match al tie-break. Qui non c’è storia: le ospiti accusano il colpo, commettono qualche errore di troppo, così l’Iperstore va al cambio di campo avanti per 8-4. Il resto del set è una formalità con Zuccarini che chiude con un muro il punto del 15-8 e del definitivo 3-2 per il Forlì.

Questo il tabellino dell’incontro:

Iperstore.net Forlì-Atomat Udine 3-2 (25-17, 18-25, 16-25, 25-19, 15-8)

IPERSTORE.NET: Morolli 1, Babbi 4, Socci 12, Zuccarini 23, Amorotti 6, Antonucci 15, Menghetti (libero), Candi 4, Venturi, Bevoni. N.e.: Michelini. All.: Simoncelli.
ATOMAT: Della Rosa, Russo 17, Giabardo 14, Zandonà 11, Cozzo 3, Cecconi 8, Marin (libero), Saranovic 1, Scalettaris 1, Lodolo, Poser 7. All.: Mannucci.
ARBITRI: Spinnicchia e Garattoni.
NOTE: Iperstore.net ace 5, battute sbagliate 9, muri 12, errori 23. Atomat ace 2, battute sbagliate 7, muri 7, errori 22. Durata set: 21’, 21’, 23’, 24’. 15’. Spettatori: 150 circa.

RingraziandoVi per l'attenzione cogliamo l'occasione per porgerVi cordiali saluti.

Ufficio stampa

Magliano Trasformatori Chieri: sofferta vittoria contro Pontecagnano, bene Pinedo e Sorokaite Pag  1
 
Foppapedretti Bergamo: giovedì a Treviglio andata dei Play Off a 12 di Champions contro Muszynianka Pag 2

Ipag Verde Bio Noventa Vicentina: è prima da sola dopo la sconfitta del Porcia Pag 3

B1 m girone A: Simeonato Silvolley – Volley Segrate 1978 3 – 1 Pag 4

B1 donne B: Seconda vittoria consecutiva per l'Iperstore.net Forlì Pag 5