La Spes Conegliano vince 3-1 con la Riso Scotti e domani con la Norda Foppapedretti giocherà la finale del secondo Torneo Penisola del Sinis.

Trascinata dalla centrale rumena Carmen Turlea (28 punti per lei alla fine del match) il Conegliano ha superato con merito la formazione di Pavia che si è presentata senza l’allenatore Mauro Fresa, sostituito in panchina dal vice Diego Cervone.

Per il secondo anno consecutivo, quindi, la formazione veneta gioca la finale nel palazzetto dello sport di Cabras.

L’anno scorso incontrò la nazionale juniores, quest’anno le toccherà la Norda Foppapedretti priva delle nazionali, ma sempre avversario temibile.

In campo, oggi, la Riso Scotti inizia bene, mentre la Spes è disattenta, lenta e imprecisa. La squadra di Pavia costruisce e riesce a finalizzare meglio con la giapponese Kano Maiko e con la venezuelana Oneida Gonzales. La Riso scotti, priva guidata in panchina dall’allenatore in seconda Diego Cervone, chiude sul 25-18.

Nel secondo set la Spes ritrova stimoli, cresce a muro, recupera lo svantaggio iniziale, nel finale manda in campo Rachele Sangiuliano e chiude sul 25-19.

La squadra di Conegliano, vincitrice della prima edizione del Penisola del Sinis, insiste nel terzo set e strapazza la formazione pavese. Nella Riso Scotti a nulla servono gli ingressi in  campo della Mastrilli e della Bicchieri. La Spes non concede spazi e si aggiudica la frazione per 25-10.

Grande equilibrio nel quarto set, frazione che si apre con un lungo scambio finalizzato dalla Maiko. L’equilibrio dura fino al 18 pari, quando il Conegliano spinge sull’acceleratore e accumula un leggero vantaggio (22-19). Pavia ci crede ancora, pareggia (22-22), ma cede nel finale 25-22.

Domani, al palazzetto dello sport di Cabras, alle 16 la finale per il terzo posto tra Yamamay Busto Arsizio e la Riso Scotti Pavia. Alle 19,30 la finale tra Norda Foppapedretti Bergamo e Spes Conegliano.

Tabellini:

Riso Scotti Pavia – Spes Conegliano 1-3 (25-18 in 33’, 19-25 in 23’, 10-25 in 18’, 22-25 in 28’)

Arbitri: Marco Zolesi e Alessandro Gabriele

Spettatori 300

Riso Scotti Pavia: Kano Maiko (17), Rossana Spinato, Jessenia Uceda, Duygu Bal, Alessia Mastrilli, Oneida Gonzalez (12), Valentina Biccheri, Laura Frigo (11), Stefania Corna (2), Celeste Poma, Sara Caroli (7), Marina Cvetanovic  (8)

Spes Conegliano: Dobriana Rabadzhieva (14), Frauke Dirickx (3), Monica Bernardi (5), Carmen Marinela Turlea (28), Rachele Sangiuliano (1), Valentina Fiorin, Emilya Nikolova, Carla Rossetto, Marika Serafin (12), Alessandra Crozzolin (9)

I commenti a fine gara

Dragan Mesic allenatore Spes Conegliano

“Non abbiamo giocato benissimo, ma siamo riusciti a portare a casa questa vittoria in previsione dell’inizio del  campionato con un avversario diretto.  Sarà una battaglia molto dura per tutta la stagione. Noi dobbiamo utilizzare questo torneo per capire e conoscere gli avversari. Bergamo e Busto Arsizio hanno troppe assenze per dare un vero giudizio, ma conosciamo bene il loro valore. La Turlea? L’ho fortemente voluta, è giocatrice che fa la differenza e oggi lo ha dimostrato. Domani la finale, non mi aspetto niente. La Foppapedretti gioca con le giovanissime, ma loro giocano con una grande mentalità”.

Diego Cervone secondo allenatore Riso Scotti Pavia

“Noi abbiamo giocato meglio del solito. È la prima partita della giapponese Maiko dopo tre soli giorni di allenamento. Possiamo essere soddisfatti di quello che abbiamo fatto, anche se potevamo fare qualcosa in più. Analizzando la partita abbiamo sprecato un po’ troppe battute e ricezioni in alcuni momenti e non abbiamo saputo gestire alcune situazione che avremmo dovuto gestire meglio.  Ma siamo soddisfatti perché abbiamo fatto un importante passo avanti guardando verso il campionato”.

Volley Sinis