Si alza il sipario sui quarti di finale di Coppa Italia e tra le quattro gare va in scena una delle gare più classiche ovvero Novara-Bergamo. Asystel in formazione classica, mentre la Norda è priva di Arrighetti e schiera Bosetti per Vasileva.
.
Primo set in cui Novara inizia spavalda (4-0), Bergamo risponde con Zambelli, ma le biancorosse incalzano facendo buona guardia a muro (7-3); risponde Nucu, seconda intenzione di Lo Bianco, ma Barun passa per il 9-5. Accorcia Bergamo con Ortolani, ma Veljkovi si prende il +1 (10-9); si gioca punto a punto, Horvath da posto 4 (12-11), Piccinini risponde, ma è il capitano Barcellini a trascinare le compagne sul 16-13. Black out per la Norda (19-13), con l’ Asystel che macina gioco (21-14); entra Vasileva, le rossoblu recuperano qualche punto (22-17), Piccinini manda out per il 24-17: murata di Barun sul capitano rossoblu (25-17).
.
Secondo parziale con avvio più equilibrato, Vasileva picchia da posto 4, risponde Veljkovic (4-4), zambelli in fast, out di Barcellini, gran colpo di Barun (5-6), doppietta orobica per il 5-8); Zambelli primo tempo, poi Piccinini per il 6-10: luce spenta in casa novarese con le avversarie che siglano il 6-11. Ace di Zambelli (Camera per Bechis, ndr), pipe di Vasileva (6-14), Nesovic sblocca il punteggio (8-15), Piccinini risponde (8-16);  [rientra Bechis] Nucu mura Horvath, la quale si riprende il punto (9-17), ace di Horvath, Nucu in fast, Vasileva da posto 4, Barcellini risponde (11-20). Ace di Paolini, Lo Bianco innesca Nucu (12-21), Nesovic replica ben smarcata, Ortolani da posto 2, muro su Nesovic, Veljkovic in prima tempo (14-23);  Veljkovic mura Piccinini, Vasileva manda in rete la pipe, chiude Ortolani (16-25).
.
Terza frazione con Bergamo in avanti (0-2), Ortolani passa il muro, Zambelli manda out il servizio (2-4), Horvath picchia da posto 4 e poi infila un ace (4-5); bellissimo colpo di Barcellini (5-6),  Veljkovic da posto 3, Barcellini trova la parità (7-7); bellissime difese in tutti e due i campi (9-9), Veljkovic mura Ortolani, ace di Barcellini per “doppio” il vantaggio biancorosso (11-9). Muro di Zambelli, Horvath risponde, Piccinini da posto 4, Nesovic sigla il 13-11; doppio ace di Nesovic [Bosetti per Ortolani] e siamo 16-11 per l’ Asystel. Horvath risponde a Piccinini (17-12), Barcellini sale in cattedra (18-13), Nucu in fast, Bechis serve una “7” per Veljkovic, Vasileva risponde (19-15). Pipe di Piccinini, Veljkovic mura Vasileva (21-16), Zambelli manda in rete il servizio, Bosetti da posto 2, Barcellini prende il set point (24-19), Nucu risponde, Barcellini chiude per 25-20.
.
Quarto set di marca novarese (3-1), risponde Piccinini, replica Horvath (4-2), Nucu passa al centro, Veljkovic manda out (5-5); Nesovic schiaccia senza muro, Ortolani picchia da zona 2, la solita Barcellini infila la difesa orobica, Horvath passa e Novara è avanti per 8-6. Ortolani pareggia, lob di Horvath, colpo di mano di Piccinini, Folie in primo tempo, bomba di Horvath (11-10); Nucu in fast, ace di Folie (13-11), risponde Nucu, fast di Zamvbelli (13-13). Allunga l’ Asystel (15-13), Vasileva risponde (15-14), Horvath di potenza (17-14); Zambelli in fast, Nesovic da posto 2, ace di Nesovic (20-16), Piccinini buca la difesa (20-18). Piccinini pareggia (20-20), Horvath risponde, Piccinini replica (22-22); Nesovic sigla il 24-22, Folie manda out, secondo tocco di Bechis per il 25-23.
.
Gara intensa vinta assai meritatamente dall’ Asystel, più squadra e con un gioco più incisivo rispetto a Bergamo. Novara ha messo in mostra tantissima grinta, queste giovani hanno voglia di mostrare cosa e quanto valgono. La squadra di Caprara diverte e si diverte, ma in questa importantissima gara ha probabilmente raccolto i frutti di tanto lavoro fatto in palestra. Come diceva Chiambretti “Comunque vada, sarà un successo”.
(Mirtillino – Foto Cucchetti)