World League: gli azzurri ad Andria per la seconda sfida con Cuba

Da Ancona ad Andria. Gli azzurri di Mauro Berruto hanno lasciato le Marche e sono arrivati in Puglia dove domenica alle 20 giocheranno la seconda gara contro Cuba. Nella testa e negli occhi ancora la gioia per la terza vittoria consecutiva per 3-0, in questo esaltante avvio di World League.
La città dorica ha fatto registrare il record di pubblico (6148 spettatori), domenica ad Andria si annuncia il tutto esaurito ed il pubblico locale è pronto a regalare un’accoglienza indimenticabile alla squadra italiana, così come accadde lo scorso anno a Gioia del Colle.
Tanto affetto che questa Italia si merita decisamente perché in campo non solo vince, ma convince con un gioco brillante ed essenziale, mostrando potenza e tanta voglia di lottare.
Difficile fare una scala di valori tra i giocatori italiani, tutti hanno sin qui reso benissimo, anche se per dare un volto a questi risultati belli e meritati vogliamo scegliere quello di Andrea Bari, scelto come libero titolare dal ct per la sua abilità in ricezione, ma che in campo si fa apprezzare anche per quel che sa fare in difesa.
“Per me questo è il terzo anno in azzurro – ci aveva confidato il ragazzo di Ostra campione del Mondo Cadetti nel 1997 – ma mi appresto in campo con uno spirito diverso rispetto al passato. Negli anni scorsi si cercava un libero che fosse molto forte in difesa, adesso c’è bisogno di un giocatore che sappia giocare bene in ricezione. Io sono convinto di poter fare al meglio entrambe le cose e spero di dimostrarlo in campo. Tutto sta nelle mie mani ho una grande chance e spero di sfruttarla.” Per ora ha mantenuto fede ai suoi propositi.

Le emozioni azzurre raccontate attraverso il web

Le vittorie portano entusiasmo e morale, soprattutto scatenano grandi emozioni, oggi grazie ad internet sono gli stessi protagonisti a raccontarle.Il ct Mauro Berruto nel suo sito personale (http://www.mauroberruto.com/2011/06/fattore-purezza/) ha scritto: “…Ci sono cose credo non riuscirò a ricostruire con precisione e forse è giusto così. Le sensazioni, già all’arrivo,  che il palazzo dello sport sarebbe stato strapieno. Il mio ingresso in campo proprio davanti al gruppo di amici (e tifosi) di Macerata che mi hanno dedicato un striscione da pelle d’oca, l’inno cantato da 6500 persone… sono sensazioni che mi porterò dietro per sempre e che non credo di essere capace di raccontare.”
Altrettanto “felici” le parole di Dragan Travica sul blog “Palle a terra” sul sito di Max (http://blog.max.rcs.it/eventi/): “…l’atmosfera era elettrizzante. La gente sugli spalti tifava, urlava e secondo me si divertiva con noi. Si, ho usato il verbo ‘divertire’, perchè ieri io mi sono proprio divertito godendomi ogni singolo punto del match….”
SOCIAL NETWORK – Oltre che in tv (diretta su RaiSport1 dalle ore 20), gli appassionati potranno vivere le emozioni dell’avventura azzurra nella World League anche attraverso i più popolari social network. Su Facebook, in live posting sulla pagina ufficiale federale http://www.facebook.com/FederazioneItalianaPallavolo aggiornamento set per set del risultato e pubblicazione d’immagini riprese da bordo campo; su Twitter attraverso le pagine federali @ Federvolley  e @PallavoloFlash, oppure ricercando #volley,  sarà possibile seguire l’andamento del secondo match tra Italia-Cuba avendo anche alcuni brevi cenni di cronaca in tempo reale.
I canali Twitter seguiranno nel fine settimana anche la prima tappa del Campionato Italiano Assoluto di beach volley.

Fipav