B54R2675L’ITALIA VINCE E VOLA A MILANO INSIEME A BRASILE, CINA, REP. DOMINICANA E USA – Italia a Milano. Le azzurre battono il Giappone e staccano il biglietto per le Final Six insieme a Usa, Brasile, Cina e Rep. Dominicana che vanno quasi a completare il quadro della fase finale (manca una tra Russia e Serbia che si contenderanno il passaggio del torno domani alle 17 a Verona). L’Italia è quindi tra le 6 squadre più forti del pianeta, pronta a contendersi il titolo dall’8 al 12 ottobre al Mediolanum Forum. Azzurre decise con il match con il Giappone che non è mai stato in discussione (3-0). Impressiona la concentrazione delle nostre ragazze che non hanno mai smesso di giocare, come non si è mai fermato il tifo del pubblico dal Palaflorio, sold-out per l’occasione. Spicca la prova della Centoni, migliore realizzatrice del match, e del capitano, Francesca Piccinini, entrata nel secondo set e rimasta in campo fina alla fine.

I RISULTATI DELLA SERA – Pool E: (Bari) Italia–Giappone 3-0 (25-23, 25-20 25-19); (Trieste) Croazia–Azerbaijan 1-3 (25-23, 23-25, 13-25, 23-25); Pool F: (Verona) Brasile–Russia 3-1 (25-17, 25-27, 25-19, 27-25); (Modena) Bulgaria – Kazakhstan 3-0 (25-22, 25-15, 25-13)

LE DICHIARAZIONI DEI PROTAGONISTI DI ITALIA-GIAPPONE

Marco Bonitta (allenatore Italia): “E’ stato difficile all’inizio, eravamo un po’ tesi, ma poi si è messa molto bene ed è stata senza storia. Devo dire grazie a Bari, così come abbiamo detto grazie a Roma, così come speriamo di dire grazie a Milano. Adesso raggiunto l’obiettivo minimo, ci siederemo attorno ad un tavolo con le ragazze e ridefiniremo i nostri obiettivi”.

Francesca Piccinini (capitano Italia): “Sono molto contenta di questa vittoria perché non era una partita facile. Noi siamo state veramente brave e lucide nel primo set nel riuscire a capire subito la loro formazione, perché sono una squadra che cambia tanto, un po’ come noi, giocando con tutte le giocatrici a referto. Abbiamo portato a casa una bella partita”.

Kimura Saori (capitano Giappone): “Sapevamo che per andare avanti avremmo dovuto vincere questa partita. Avevamo iniziato bene poi purtroppo abbiamo mollato e contro un Italia così forte è stata davvero dura”.

Manabe Masayoshi (allenatore Giappone): “Intanto vorrei congratularmi con l’Italia per questa vittoria. Oggi sono stati davvero forti e hanno giocato benissimo in servizio e in attacco tenendo sempre alta la concentrazione. Quindi questo risultato ha i suoi perché”.

LA CLASSIFICA DELLA SECONDA FASE –

Pool E (Bari/Trieste): Cina 16, Italia 16, Dominicana 12, Giappone 8, Germania 6, Croazia 5, Azerbaijan 5, Belgio 4.

Pool F (Verona/Modena): Stati Uniti 18, Brasile 17, Serbia 11, Russia 10, Turchia 7, Bulgaria 6, Olanda 3, Kazakhstan 0.

IL CALENDARIO DI DOMANI –

Pool E: (Bari) Dominicana – Giappone ore 17, Italia – Cina ore 20; (Trieste) Germania – Azerbaijan ore 17, Croazia – Belgio ore 20.

Pool F: (Verona) Serbia – Russia ore 17, Brasile – Stati Uniti ore 20; (Modena) Turchia – Kazakhistan ore 17, Bulgaria – Olanda ore 20.

IL PALINSESTO TV DI DOMANI –

Pool E (Bari) Italia – Cina diretta RaiSport 1 ore 20.

Pool E (Bari) Dominicana – Giappone differita RaiSport 1 ore 22.45.

Pool F (Verona) Brasile – Stati Uniti differita RaiSport 1 ore 01.20.

Press Italy2014