1486655_10202563478158619_596904122_n1-300x2251Il Neruda Volksbank Südtirol reagisce con un colpo di mercato alla sfortuna che si è accanita sulle sue schiacciatrici titolari. Dopo il grave infortunio al ginocchio patito da Noemi Porzio (operata dieci giorni fa e ferma per 6 mesi circa) e lo stop temporaneo di Valeria Papa (problemi alla spalla, salterà le prime 2-3 partite di campionato), il presidente Rudy Favretto è tornato sul mercato e la pesca è stata ottima. A Bolzano infatti salirà nientemeno che Lucia Bacchi, 33 anni di grinta ed esperienza da vendere, centinaia di partite e migliaia di punti in serie A, uno scudetto vinto con Bergamo nel 2009 ed un titolo tricolore di beach volley nel 2012 con Giulia Momoli, con la quale l’estate scorsa ha anche vinto un bronzo in un torneo Cev a Stoccarda.
“Con Lucia Bacchi – commenta euforico il tecnico altoatesino Fabio Bonafede, che ha fortemente voluto il martello cremonese – portiamo a Bolzano un’atleta di grandissimo spessore tecnico, con un’esperienza eccezionale di cui trarrà vantaggio tutta la squadra. Quando noi eravamo in B1, Lucia Bacchi era ancora una di quelle atlete che un giorno si vorrebbe avere in organico. E oggi quel giorno è arrivato”.
Entusiasta anche il presidente Rudy Favretto, che parla di operazione di mercato complicata in quanto la Bacchi, dopo la stagione scorsa a Casalmaggiore in A1, aveva di fatto deciso di non giocare più indoor e di dedicarsi interamente al beach volley con la Nazionale. “Allora le abbiamo fatto una proposta che permettesse a noi di averla in squadra – spiega il presidente altoatesino – e a lei di continuare a praticare il beach volley ad alti livelli, e a quel punto lei ha accettato”.
La chiusura in extremis dell’ingaggio si è inevitabilmente incrociata con gli impegni già calendarizzati da Lucia Bacchi, che infatti salterà la prima di campionato (2 novembre a Milano contro il Club Italia) perché impegnata in un torneo in Argentina. Poi però sarà a disposizione di coach Bonafede ed esordirà nel match casalingo del 9 novembre contro Piacenza.
Ecco il primo commento della schiacciatrice di Casalmaggiore: “Sono contenta per il Neruda e per me, siamo riusciti a trovare una soluzione che soddisfa entrambe le esigenze. Io infatti non volevo rinunciare al beach dopo i buoni risultati della scorsa stagione (4 tappe di campionato italiano vinte e secondo posto al Master, sempre con Momoli ndr) e al contempo ho potuto accettare la proposta di coach Bonafede. Il Neruda lo conosco per averci giocato contro in amichevole l’anno scorso, e a Bolzano ritroverò Vittoria Repice con la quale eravamo in A2 nell’anno della promozione”.

 Ufficio stampa