Unendo Yamamay Busto Arsizio chiude al quarto posto il II° Trofeo I.C.F. Memorial Tarcisio Brambilla e Rodolfo Verga di Ostiano. Nella finalina le farfalle sono state sconfitte per 3-1 dalla Metalleghe Sanitars Montichiari, presentatasi in provincia di Cremona al completo. La UYBA, che aveva iniziato al meglio l’incontro vincendo con un perentorio 25-15 il primo parziale, ha giocato con il sestetto visto nelle precedenti uscite, con l’unica variante di Gozde Yilmaz che a partire da metà del terzo set ha preso il posto di Valeria Papa. Buona la prima per la turca, a segno 6 volte con il 67% offensivo. Dal secondo set Montichiari è entrata in partita e ha fatto valere l’esperienza di Tomsia (17 punti) e Barcellini (14) su tutte, ben supportate da Gioli (11). Dall’altra parte la UYBA è calata e ha iniziato a commettere tanti errori (29 in totale per le farfalle). Buona la prova in ricezione diPoma (83% di positive, 56% di perfette), mentre in attacco è stata Degradi la più prolifica (22 punti, 46% con ben 4 aces, tutti realizzati nel primo set). Al centro cresce infine l’intesa tra Hagglund e Pisani, con quest’ultima a segno 12 volte (44% con 4 muri).

In pillole: nel primo set Mencarelli parte con la formazione già vista nelle precedenti gare e la UYBA inizia forte con Degradi scatenata al servizio (4 aces) e in attacco (8-0) e Angelina abile da posto 4 (9-0). Dopo il 12-3 di Fondriest, Barcellini e Brinker provano a risollevare le bresciane (13-7), ma Degradi e il muro di Pisani tornano a far volare la UYBA (15-7); Gioli a muro ci crede ancora (18-13), ma l’ace di Papa lancia l’allungo finale (21-14). Chiude Fondriest (25-15). Nel set 9 punti per Degradi (71% con 4 aces).

Secondo set: le farfalle iniziano ancora alla grande (4-0 muro Pisani + ace Hagglund), ma ora Montichiari è in partita e pareggia con Barcellini (5-5). Gioli inizia ad ingranare a muro e supera (7-8), Tomsia firma il primo break pro Metalleghe (8-10). Degradi non ci sta e realizza da posto 4 la doppietta dell’11-11, Tomsia fa suonare la campana dell’11-12. Gioli e il muro di Brinker lanciano la formazione di Barbieri (14-17), ma Papa torna a -1 sfruttando una buona difesa di Angelina (16-17); Gioli spinge anche dai 9 metri (16-19), poi Papa e il murone di Degradi riaccendono la speranza UYBA (18-19). Nel finale Degradi prova a tenere in scia le farfalle ma Gioli è cinica e la chiude 22-25. Nel set 10 Degradi (56%), 8 Gioli (50%).

Terzo set: Barcellini prova a rompere l’equilibrio al servizio (7-5) e la Metalleghe arriva prima al tempo tecnico (10-12); ora le farfalle appaiono meno lucide, mentre la squadra di Barbieri sembra avere una marcia in più (10-15 time-out Mencarelli). Sull’11-16 entra Yilmaz per Papa e va subito a segno due volte (13-18), ma il set è ormai segnato: la UYBA annulla 5 set-ball ma Gioli e compagne chiudono 19-25. Nel set 8 punti per Tomsia, 6 per Angelina.

Quarto set: Mencarelli parte con Yilmaz che si fa subito valere da posto 4 (5-4) e da posto 1 (8-8), mentre Pisani mura il 9-8 e Angelina inchioda l’attacco del 10-9. Dall’altra parte Tomsia è ora l’attaccante di riferimento (10-11) e fa suonare la campana dell’11-12. Brinker firma l’ace dell’11-13, Barcellini passa ancora (11-14), Tomsia mura il 12-16. Partita chiusa? Non per Degradi, che affonda il 14-16, e Silvia Fondriest, che firma in fast il 15-17. Sul 16-18 Mencarelli rimette in campo Papa (per Degradi), mentre Pisani si inventa un acrobatico 17-19 che tiene ancora viva la UYBA. Pisani passa ancora (18-20), ma ancora una volta la Sanitars chiude a suo favore il set 21-25.

Sala stampa:

Yilmaz: “Sono molto felice di essere qui, questo è il mio secondo giorno e mi sento a casa: sono stata accolta bene, lo staff è incredibilmente gentile con me, l’appartamento davvero bello. Non potrei chiedere di più. Credo che le potenzialità della squadra ci siano e si vedano: siamo un gruppo giovane, dobbiamo lavorare tanto ed essere pazienti certo, ma con l’aiuto del coach e la nostra voglia di fare cresceremo. Sono molto positiva”.

Degradi: “Nel primo set loro non hanno giocato, anche se noi non abbiamo mai abbassato la tensione. Dal secondo Montichiari è salita, e forse noi abbiamo giocato meno bene dell’inizio. Abbiamo sbagliato troppo è vero: alcuni errori sono dettati dal fatto che vogliamo forzare i colpi: dovremo lavorare su questo. Yilmaz? La conosco da ieri ma posso dire che umanamente mi sembra una bravissima ragazza e sono sicura che si integrerà subito nel nostro gruppo. In campo oggi ha già fatto vedere di che pasta è fatta”.

Il tabellino

Unendo Yamamay Busto Arsizio – Metalleghe Sanitars Montichiari 1-3 (25-15, 22-25, 19-25, 21-25)

Unendo Yamamay Busto Arsizio: Degradi 22, Cialfi ne, Hagglund 3, Fondriest 4, Papa 7, Angelina 13, Pisani 12, Poma (L), Negretti. Ne: Farina, Peruzzo, Badini. All. Mencarelli. Battute errate: 16, vincenti: 7. Muri: 7 (Pisani 4).

Metalleghe Sanitars Montichiari: Carocci (L), Dalia 1, Brinker 9, Tomsia 17, Barcellini 14, Lualdi 2, Mingardi 1, Zecchin, Lombardo 1, Sobolska ne, Gioli 11. All. Barbieri. Battute errate: 13, vincenti: 6. Muri: 8.

Spettatori: 300 circa

Ufficio Stampa UYBA

In “Gallerie” le foto della partita (di Gabriele Alemani)

A breve qui i Videohighlights video della gara