L’Asystel si veste d’Europa e torna a illuminarsi, disputando una gara pressoché priva di sbavatura e centrando un’importante qualificazione all’ultimo turno playoff di Champions League. Contro le polacche del Dabrowa Gornicza, Tom e compagne aggrediscono la partita fin dalle prime battute, mettendo in mostra, finalmente, un atteggiamento positivo e propositivo come già visto nella seconda metà del match con Villa Cortese.

Luciano Pedullà deve fare i conti con la coperta sempre più stretta, viste le assenze di Camera (convocata con Scarabelli per il collegiale del nuovo ciclo della nazionale juniores) e Staelens (influenza). In regia c’è però la “Divina” Kirillova che, ben supportata dalla ricezione, sfoggerà una prova di grandissimo livello; opposta Flier, in banda Barcellini e Tom, al centro Paggi e Barazza e Sirressi libero. Torna a disposizione Kozuch, dopo lo stop in campionato.

Novara parte subito forte e al primo tempo tecnico ha già doppiato le avversarie (8-4), che rispetto alla gara d’andata partono da subito con Sliwa e recuperano Karcmarzewska. Logan Tom è in forma olimpica, mentre l’intesa di Flier con Kirillova si dimostra eccellente fin dai primi scambi. La vera novità è che Novara in campo non solo è coriacea, ma soprattutto sembra divertirsi. Merito di Kirillova e dei suoi continui tentativi di variare al meglio il gioco con soluzioni fin qui poco utilizzate, merito anche di una seconda linea solida e di un attacco in gran vena. Fatto sta che il servizio funziona alla grande e Novara scappa, 16-9, dopo un gran “chiodo” picchiato da Tom. Lis e Gajgal suonano la riscossa per le ospiti, ma Flier è implacabile e Kirillova astuta nel pescare l’ace del 23-14. Torna sotto con 2 muri il Dabrowa, ma chiude Tom in mani-out.

Il secondo set parte molto più tirato, dopo una prima accelerazione (5-2) con il muro di una scatenata Tom. Sieczka, super nella gara d’andata, alza la voce a muro e accorcia, un altro ace di Kirillova (10-7) rilancia però Novara; Barazza si esalta in primo tempo, smarcata da Kirillova, Lis trova però il break buono e impatta ai 12, ingaggiando il nuovo punto a punto. Tom e Flier mettono la testa avanti, è di nuovo l’americana con un gran lob e una magia subito dopo a siglare la fuga novarese (20-16) e a murare le residue speranze delle ospiti (22-17, su Sczurek), prima che un bolide di Flier su incrocio e un errore di Karcmarzewska chiudano il set.

Novara vuole chiudere senza commettere l’errore della gara di andata e Kirillova dirige al meglio le operazioni, smarcando Barcellini con un lampo di genio sulla pipe del 6-1. Senza più nulla da perdere, il Dabrowa prova a mettere il turbo e accorcia 9-8 con l’ottima Gajgal, su cui si abbatte però presto la “vendetta” di Barcellini a muro: 12-9. Dopo il sussulto del 14-13 (muro di Liniarska), Novara scappa via decisa con le solite Tom e Flier (18-13) mentre Barcellini e Sirressi si esaltano in difesa. Flier spara l’ennesimo missile, poi si immola in difesa lanciando Tom per la fuga decisiva: chiude ancora l’opposto olandese in mani-out!

A questo punto Novara, per il proseguo del cammino europeo, attende notizie dalla sfida di fra Belgorod e Vakifbank Istanbul. Dopo il successo secco dell’andata, alle turche basta vincere un set per garantirsi la qualificazione al prossimo turno.

ASYSTEL NOVARA – DABROWA GORNICZA 3-0 (25-18, 25-17, 25-20)

ASYSTEL NOVARA: Kirillova 3, Barazza 7, Paggi 7, Flier 15, Tom 21, Rosso, Barcellini 8, Sirressi (L), Zardo. Non entrati Kozuch, Lapi. All. Pedullà.

ENION ENERGIA DABROWA GORNICZA: Karczmarzewska-pura 1, Sliwa 3, Staniucha-Szczurek 7, Gajgal 8, Lis 4, Wilczynska 1, Sadowska 2, Liniarska 5, Sieczka 2, Haladyn, Walawender 1, Tkaczewska. All. Kawka.

MVP: Logan Tom [pagebreak]

Missione compiuta e passaggio del turno messo in valigia. La Foppapedretti torna a Bergamo dalla Polonia con una sconfitta al tie break nella battaglia con il Fakro Muszynianka, ma con un successo nella guerra del doppio turno dei PlayOff12: forti del successo per tre set a zero conquistato una settimana fa a Treviglio, per le rossoblù era infatti sufficiente conquistare un parziale per ipotecare il pass che porta ai PlayOff6.Il tecnico Micelli ha schierato inzialmente il sestetto delle grandi occasioni, con Ortolani, Del Core e Piccinini in attacco, Arrighetti e Furst al centro e il libero Merlo. Ovviamente dirette da Lo Bianco. Dal secondo set spazio anche per l’alzatrice Serena e le schiacciatrici Fanzini e Bosetti, nel quarto per il libero Carrara e la centrale Zambelli.
Le polacche hanno affrontato il match con la palleggiatrice Belcik, il libero Zenik, le centrali Bednarek e Pycia e le schiacciatrici Solipiwko, Mirek e Jagielo. Il tecnico Serwinski ha poi ruotato tutte le dodici atlete a disposizione nei cinque set.La Foppapedretti prosegue dunque la strada per difendere il titolo di Campione d’Europa conquistato un anno fa: prossima avversaria sarà la vincente del confronto tra la Scavolini Pesaro e le ceche del Modranská Prostejov.
Le rossoblù faranno ritorno in Italia nel pomeriggio di domani. Da sabato saranno di nuovo in palestra per preparare l’incontro della diciassettesima giornata di Campionato, quello che vedrà la Yamamay Busto Arsizio ospite del PalaNorda, domenica alle 18.00.      

BPS BANK FAKRO MUSZYNIANKA-FOPPAPEDRETTI BERGAMO 3-2 (21-25 16-25 25-21 25-21 15-8)

 
Fakro Muszynianka: Belcik 3, Zenik (L), Witczak 3, Pykosz 5, Skowronska 8, Bednarek-Kasza 7, Solipiwko, Srutowska, Mirek 4, Pycia 8, Zebrowska 22, Jagielo 5. All. Serwinski
 
Foppapedretti Bergamo: Ortolani 17, Fanzini 3, Serena, Carrara (L), Furst 11, Merlo (L), Bosetti 5, Piccinini 12, Lo Bianco 2, Arrighetti 12,  Del Core 7, Zambelli 2. All. Micelli
 
Arbitri: Gilles Gaupp (FRA) e Igor Porvaznik (SVK)
Durata set: 25’, 20’, 24’, 25’, 14’
Battute Vincenti: Muszynianka 4; Bergamo 5

Muri: Muszynianka  11; Bergamo 12

[pagebreak]
Una Scavolini a tratti scintillante si sbarazza in soli tre set del Modranska Prostejov, apparso la controfigura della squadra che aveva messo a dura prova le colibrì nel match di andata. La partita è restata in equilibrio sino al secondo timeout tecnico del primo set: sul 15-16, un turno di battuta di Senna Usic ha scatenato un break di 10-2 che ha chiuso primo parziale e partita. Nel secondo la Scavolini è partita fortissimo (8-3) ed ha via via allungato sino a guadagnare nove punti di vantaggio. Il set si è chiuso senza problemi, e con esso il discorso-qualificazione. Accademia nel terzo set, ma Scavolini sempre viva grazie alla solita Costagrande e a buone prove delle subentrate Mari, Marinkovic e Saccomani. Il secondo turno dei play-off di Cev Indesit Champions League propone alle biancorosse la Foppapedretti Bergamo, che giusto un anno fa le eliminò proprio ad un passo dalla Final Four, in un drammatico Golden set. La possibilità di una riv incita andrà in scena il 2, 3 o 4 marzo a Bergamo e la settimana successiva (9, 10 o 11 marzo) al Palasport di Campanara.
 
SCAVOLINI-MODRANSKA 3-0
 
SCAVOLINI PESARO: S.Usic 15, Garzaro 5, Skowronska 10, Costagrande 19, Guiggi 6, Ferretti 1; Wijnhoven (L), Boscoscuro, Saccomani 1, Mari, Marinkovic 1. N.e. M.Usic. All. Vercesi.
 
MODRANSKA PROSTEJOV: Torokova 3, Glass 8, Spalova 8, Nnamani 18, Valente 5, Ssuschke 6; Tomanova (L), Kucerova 1, Pereira. N.e. Tomasekova, Novakova, Bramborova. All. Cada.
 
ARBITRI Mitev (Bulgaria) e Jungen (Germania).
NOTE Parziali 25-18 (23’), 25-18 (23’), 25-20 (22’).
 
Scavolini: battute sbagliate 1; battute vincenti 5; ricezione 74% (prf 55%); attacco 54%; errori 8; muri 5.
 
Modranska: battute sbagliate 10; battute vincenti 3; ricezione 61% (prf 53%); attacco 47%; errori 19; muri 6.
 
***********************************************************************
 
Come bere un bicchiere d'acqua. Ce lo ricordavamo diverso il Prostejov, una settimana fa in Repubblica Ceca. Poi, ieri, come tanti lumi in balia dei venti, si sono spente tutte le luci per poter riuscire a vedere al di là di questi Play off a12. Un 3-0 delle colibrì pulito e trasparente davanti agli 820 fedelissimi del pubblico. Una gara a senso unico, con la squadra ceca in netta difficoltà per tutti quanti i set. Errori anche in casa Pesaro, ma mai come il book variegato di quelli avversari.
Ed è così che la storia si ripeterà. Tra una settimana sarà ancora una volta Bergamo contro Pesaro. Ad un anno di distanza dalla stessa sfida in campo internazionale, le due formazioni dovranno contendersi nuovamente il passaggio alla Final Four di Cannes.
 
Il 1°set è significativo, perché è l'unico set in cui le campionesse d'Italia non aggrediscono con il loro fondamentale preferito, il muro. Usic (15 punti, grandissima forma, bella prova di carattere e responsabilità) e Skowronska fanno la differenza in questo primo set, mentre Garzaro fatica a decollare ( e resterà più o meno su livelli mediocri per quasi tutto il match). Si prosegue punto su punto, fino a quando la Scavolini non prende il volo 21-16. Le ceche fanno il resto con i loro errori, in volto già sconfitte, 25-18.

Il 2°set è già 8-3. Con un paio di “mani-fuori” e qualche giocata di Nnamani e Glass, il Prostejov rosicchia qualche punto 9-7. Una raffinata diagonale di Costagrande porta la squadra di casa sul 16-10, mentre le ceche vanno sempre più a picco, con muro e attacco che hanno smesso di funzionare da un bel pezzo. La gara è scandita da un ritmo lento e ripetitivo che lascia spazio agli errori più inspiegabili. La Usic si procura con un ace “sporco” la prima palla set. Chiude un primo tempo di Garzaro 25-18.
 
Nel 3°set rivoluzione (o quasi) in casa Scavolini: fuori Ferretti, Guiggi e Skowronska, dentro Mari, Marinkovic e Saccomani. Le pesaresi sempre in vantaggio e, ormai sicure del passaggio alla fase successiva chiudono facilmente, spettatrici di uno spettacolo imbarazzante al di là della rete, 25-20.
 
Alice Mazzarini

Martedì 16 febbraio ore 20.30 (diretta su Sportitalia2 – 226 decoder Sky e digitale terrestre )

Asystel Volley Novara – Enion Energia Dabrowa Gornicza (POL) (and. 3-2) 3 – 0 (25-18, 25-17, 25-20) On-line il comunicato stampa Pag 1

Mercoledì 17 febbraio ore 18.00 local time

Universitet Belgorod (RUS) – VakifGünes TTelekom Istanbul (TUR) (and. 0-3) 0 – 3 (17-25, 16-25, 19-25)

Giovedì 18 febbraio ore 18.00 (diretta su Sportitalia2 – 226 decoder Sky e digitale terrestre)

Bank Bps Fakro Muszynianka (POL) – Foppapedretti Bergamo (and. 0-3) 3 – 2 (21-25, 16-25, 25-21, 25-21, 15-8) Online tabellino e comunicato stampa Pag 2

Giovedì 18 febbraio ore 20.30 (diretta su Sportitalia2 – 226 decoder Sky e digitale terrestre)

Scavolini Pesaro – Modranská Prostejov (CZE) 3 – 0 (25-18, 25-18, 25-20) (and. 3-1) On-line comunicato stampa, tabellino e articolo Pag 3

Giovedì 18 febbraio ore 19.00 lt

Zarechie Odintsovo (RUS) – Dinamo Mosca (RUS) (and. 3-0) 1 – 3 (25-20, 26-28, 22-25, 20-25)

Giovedì 18 febbraio ore 19.30 lt

FenerbahceAcibadem Istanbul (TUR) – Metal Galati (ROU) (and. 3-0) 3 – 0 (25-15, 27-25, 25-20)