3642Niente finale per l’oro per gli azzurrini di Marco Bonitta. L’Italia è stata sconfitta per 3-1 (22-25 25-18 25-19 25-23) dal Brasile nella semifinale del Campionato del Mondo U21 maschile. La squadra azzurra non è riuscita a superare il difficile scoglio dei sudamericani (da cui era stata battuta 3-0 nel match d’esordio del torneo), che hanno confermato di essere formazione compatta ben disposta in difesa, potente in attacco.
L’Italia non è riuscita ad esprimersi al meglio in uno dei suoi fondamentali migliori, il muro, e in generale ha pagato sul piano nervoso lo stress dei tre tie-break giocati e vinti con Russia, Serbia e Argentina.
Una sconfitta maturata dopo un primo set intenso e spettacolare, in cui Picco e compagni sono stati bravi a rimontare dopo un inizio difficile che li ha visti andare in svantaggio di quattro lunghezze e di imporsi per 25-22. Al rientro in campo il Brasile è stato più concreto, sia nel secondo che nel terzo set ha subito piazzato dei break che poi l’Italia nonostante il grande prodigarsi non è riuscita ad annullare.
Più equilibrato il set finale, ma alla fine è stata ancora la compagine verdeoro ad imporsi.
Bonitta ha schierato il sestetto che aveva chiuso il vittorioso match dei quarti con l’Argentina: Partenio in regia, Nelli in diagonale, Randazzo e Borgogno di banda, Ricci e Picco al centro, Tailli libero.

FIPAV