10996724_383018708489737_7823216981102118531_nSzczecin si appresta ad aprire il sipario della massima competizione europea. Nella città Polacca, infatti, il 4 e 5 aprile si svolgeranno le Final Four di Champions League donne, con Busto Arsizio unica portacolori d’Italia ma con tre allenatori italiani sulle panchine delle altre squadre prendenti parte alle semifinali. Tra questi vi è coach Giuseppe Cuccarini, che guiderà la squadra polacca del Chemik Polce nella due giorni europea.

A cura di Mirko Zebrone

1. Sensazioni in vista dell’inizio delle final four di Champions League
C’è molta eccitazione e la volontà di fare tutto al meglio delle proprie possibilità.
2. Quali armi dovrete sfoderare per avere la meglio sull’avversaria che affronterete in semifinale?
Giocare al meglio la nostra pallavolo; non credo che ci sia un aspetto del gioco più importante degli altri, ognuno di loro sarà determinante.
3. Cosa temete di più della vostra prossima avversaria ? E cosa LEI dovrà temere di voi?
Di Busto Arsizio rispetto la grande capacità di saper essere sempre molto efficace nei momenti importanti e le qualità delle giocatrici e del gioco di assieme.
Se temono qualcosa di noi deve chiederlo a Parisi.
4. La giocatrice che potrebbe fare la differenza in queste final four?
Per quello che riguarda la mia squadra, sarà importante che ogni giocatrice sfrutti al meglio le proprie peculiarità ma, essendo la pallavolo un gioco di squadra, sarà la qualità del gioco d’assieme a fare la differenza.
5. Un aggettivo per descrivere gli allenatori delle altre squadre presenti alle final four.
Gli stessi per tutti e tre: competenza, esperienza e determinazione.
6. Per un avvenimento di grande importanza ci si aspetta un pubblico “importante” dal punto di vista numerico e del tifo. Cosa si aspetta dal pubblico presente a Szczecin?
Quello che ha già dimostrato nelle partite del primo girone: passione, competenza e supporto.

*******

10835085_383018108489797_2190195632792267019_oSzczecin is preparing to open the greatest European competition. The polish town, on April. 4-5th  will host the Final Four of the Champions League (W) with Busto Arsizio representing Italy. There are three italian coaches on the benches of the other teams: we talk with Giuseppe Cuccarini, coach of Chemik Police.

Interview: Mirko Zebrone

1. Sensations before the beginning of the final four of the Champions League.
There is much excitement and the will to do all in the best way possibile.
2. Which are your strengths for the semifinal?
We have to play our best volleyball. I don’t think there is an aspect of the game more important than others, each of them will be crucial.
3. What about Unendo YamamaY Busto Arsizio?
I respect the great ability to always be very effective in the important moments, quality of the players and their way of play as a team.
4. Which player could make the difference?
About my team, every player have to use its peculiarity, but will be the team to make the difference
5. An adjective to describe the coaches of the other teams.
The same for all three: competence, experience and determination.
6.What do you expect from the fans in Szczecin?
What they showed in the matches of the first round: passion, expertise and support.