La centrale trevigiana, ormai completamente recuperata dall’infortunio che l'ha tenuta più di tre mesi lontana dai campi di gioco, avrà l’occasione di convincere il ct Barbolini ad inserirla nella squadra olimpica. La giovane schiacciatrice, figlia d’arte, è stata inserita in extremis nelle dodici, per sostituire Antonella Del Core rientrata in Italia per sostenere degli esami clinici. Per lei un vero debutto in una grande manifestazione internazionale. Le azzurre dopo la Turchia affronteranno nell’ordine: sabato la Polonia, ancora ferma a zero punti e domenica gli Stati Uniti, reduci da cinque successi consecutivi, dopo la sconfitta inziale subita proprio dalla Turchia.
Le azzurre nelle prime due settimane di gioco hanno colto cinque vittorie su sei gare, e sono insieme a Stati Uniti e Brasile al secondo posto della classifica generale del World Grand Prix.

Domani mattina, alle 12.20 italiane, le azzurre tornano in campo per il primo match del terzo week preliminare del World Grand Prix. Lo Bianco e compagne trovano sulla loro strada la Turchia, nella gara, che puó chiudere definitivamente il discorso qualificazione alla fase finale. Infatti le ragazze guidate dal tecnico italiano Chiappini, sono la grande rivelazione di quest’anno. Al loro debutto nel torneo hanno raccolto quattro vittorie in sei gare e sono sorprendentemente in corsa per approdare alla Final Six di Yokohama, risultato di cui nessuno le accreditava alla vigilia del torneo. Uno score che le rende di fatto tra le potenziali rivali dell’Italia nella corsa alla qualificazione.
In casa Italia, dopo l’eccellente prova offerto ad Hong Kong (vittorie su Giappone e Cuba, sconfitta al tie-break con la Cina) si registrano due novità: Jenny Barazza ha preso il posto di Simona Gioli; Lucia Bosetti quello di Antonella Del Core (Fipav).

…segue…